Olimpiadi invernali 2018 – Sofia Goggia d’oro a PyeongChang, le emozioni dell’azzurra: “io pasticciona ma… samurai!”

Sofia Goggia LaPresse/EXPA

Le emozioni di Sofia Goggia dopo l’oro nella discesa libera alle Olimpiadi invernali 2018 di PyeongChang

sci alpino olimpiadi invernali 2018

AFP/LaPresse

Grandi soddisfazioni a PyeongChang nella notte italiana: Sofia Goggia regala agli azzurri un fantastico e storico oro nella discesa libera femminile alle Olimpiadi invernali 2018. L’azzurra ha sbaragliato la concorrenza prendendosi un fantastico riscatto dopo il deludente Super G di qualche giorno fa. Col pettorale numero 5 la 25enne bergamasca si è piazzata in vetta alla classifica e nessuna avversaria è riuscita a far meglio di lei. Felice e soddisfatta Sofia Goggia, che ha commentato così ai microfoni di Eurosport la sua vittoria:

La vittoria la dedico a me stessa, al mio bel paese e alle persone che vogliono bene a Sofia indipendentemente dal fatto che vinca le Olimpiadi. Grazie a chi ha creduto ad una bambina che a 6 anni sognava di vincere le Olimpiadi sulle nevi di Foppolo. Sono una pasticciona, ma oggi ho cercato di essere una samurai”.

L’azzurra ha poi commentato la gara della sua avversaria norvegese Mowinckel, l’unica a metterle veramente paura:

Mowinckel mi ha fatto rimanere ferma, paralizzata, ma basta un centesimo per essere davanti e quindi bene così“.

Emozionata e felicissima Sofia ha poi concluso:

Quattro anni fa commentavo le Olimpiadi, avevo detto che sarei andata in Corea con la Moioli anche lei infortunata, poi i sogni e le visioni ci sono ma bisogna agire concretamente per prenderli. Io non ho ancora realizzato, sono così concentrata che non trovo neanche le parole. La svolta? Non c’eèmai stata una svolta precisa, fa sempre parte tutto di una crescita costante. Nelle mie stravaganze che sono altissime e bassissime sono riuscita piano piano a credere a me stessa e a fare le cose più giuste per me, sono contenta di essere arrivata qua, a inizio stagione se me lo avessero detto ci avrei messo la firma. E’ stata una stagione partita in sordina, in cui non ero me stessa al cancelletto, ma a queste Olimpiadi non ho sentito pressione, ero molto concentrata su quello che dovevo fare, soprattutto oggi. Io sono una pasticciona ma ho cercato di essere una samurai. Me la sono costruita bene, ho gareggiato concentrata sulle cose da fare”. 

LEGGI ANCHE >>> Olimpiadi invernali 2018 – Una notte… d’oro per l’Italia a PyeongChang: Sofia Goggia immensa nella discesa femminile



FotoGallery