Milano: oggi in piazza per manifestazioni circa 17mila persone

Milano, 24 feb. (AdnKronos) – “Sapevamo che sarebbe stata una giornata impegnativa, ma abbiamo lavorato in silenzio. Gli incidenti non avvengono se uno sa cosa fare”. Esprime soddisfazione il Questore di Milano, Marcello Cardona, per la gestione dell’ordine pubblico di Milano dove oggi si sono svolte le manifestazioni di Fratelli d’Italia, della Lega, di CasaPound e delle associazioni antifasciste. Sul territorio sono stati 800 gli uomini tra poliziotti, carabinieri e finanzieri, oltre l’apporto dei vigili urbani, impiegati per garantire la sicurezza. Quasi 17mila, secondo i dati della Questura, le persone che, nel complesso, hanno manifestato oggi a Milano.
In piazza Duomo per il comizio di Matteo Salvini erano presenti 15mila persone. Oltre le previsioni, sempre per la Questura, l’adesione al presidio ‘Milano antifascista antirazzista meticcia e solidale’ dove “erano 1.500, tre volte il numero annunciato – spiega il questore – Il contatto con gli agenti si è risolto in pochi minuti, dopodiché abbiamo autorizzato un corteo che si è concluso nel piazzale della stazione Centrale senza incidenti”.
“Stamattina, in largo Cairoli, abbiamo agito con fermezza, ma sempre con garbo, e abbiamo tirato giù i manifestanti saliti sul monumento. Non a caso non si registrano feriti”, sottolinea il Questore. Poche centinaia di partecipanti al corteo di Fratelli d’Italia in via Padova e sotto le attese il numero di sostenitori di CasaPound in largo Cairoli per l’intervento del leader Simone Di Stefano. Erano presenti in 200 contro una previsione di 400. “Si è trattato di un’ordinanza complessa che però ha permesso ad ognuno di manifestare, come era importante che fosse, ad otto giorni dal voto, nella legalità e nell’apertura a tutti”, conclude Cardona.



FotoGallery