Milan, si riaffaccia l’ipotesi stadio di proprietà: a Luca Parnasi il mandato generale per la ricerca dell’area

LaPresse/XinHua

Uno stadio per il Milan, dalla voglia di traslocare al Meazza all’ambizione di uno stadio di proprietà: la dirigenza rossonera pensa ad un futuro fuori da San Siro

Sembrava tramontata l’idea che avrebbe voluto uno stadio tutto per il Milan, ma le cose sembrano cambiate secondo gli ultimi rumors. Tre sembrano infatti le opzioni, che potrebbero favorire la squadra rossonera, nei benefici che un impianto sportivo di proprietà garantirebbe al club  di Milano. Il primo è quello che vede la ristrutturazione di San Siro fianco a fianco dei cugini nerazzurri. Un adeguamento dello stadio preesistente potrebbe portare dei benefit ad entrambe le squadre che con una capienza ridotta da 80 mila a 60 mila spettatori, aree hospitality al terzo anello, due «fan zone» e pareti digitali, potrebbe rilanciarsi e ringiovanirsi. La seconda opzione considera al contrario quella del trasferimento della squadra allo Stadio Meazza, scartata in un primo momento visto la proprietà comunale dell’impianto sportivo. Proprio come la Juventus ha fatto con l’Allianz Stadium e la Roma farà a Tor di Valle, il Milan vorrebbe percorrere la strada dello stadio di proprietà, ma le insidie sono tante. Proprio la terza opzione valutata dalla squadra di Milano, che appare la più ambiziosa ma anche quella che può offrire al club migliori risorse, prevede la costruzione di sana pianta di un nuovo impianto sportivo. In questa direzione a novembre è stato nominato Luca Parnasi, immobiliarista 40enne, a cui è stato affidato il mandato generale per la ricerca dell’area e lo studio di fattibilità del progetto. L’uomo scelto dalla dirigenza rossonera non è uno a caso. Luca Parnasi è infatti il proprietario dei terreni su cui sarà costruito il nuovo stadio della Roma. Tocca proprio a lui ora trovare il luogo in cui non solo sia possibile costruire il nuovo ‘Milan Stadium’, ma nel quale sia possibile far sorgere un intero progetto immobiliare proprio come previsto per l’area romana di Tor di Valle. Dopo il ‘no’ al Portello, Bovisa, Goccia e l’area dell’Ortomercato sono le zone che Luca Parnasi starebbe valutando in ottica rossonera. Sarà la volta giusta?

 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Giulia Galletta (13421 Articles)
Nata il 21 giugno 1988 a Palmi, provincia di Reggio Calabria
Contact: Website


FotoGallery