Punto di non ritorno, Spalletti risponde alla frecciata di Totti: “si è espresso in modo inequivocabile, ecco cosa gli dico”

LaPresse/Reuters

Nel corso della conferenza stampa della vigilia di Genoa-Inter, Spalletti ha risposto a Francesco Totti commentando le parole a lui rivolte dal dirigente giallorosso

Spalletti

Spalletti – LaPresse/Alfredo Falcone

La frase velenosa lanciata nei confronti di Eusebio Di Francesco non è l’unico passaggio particolare della conferenza stampa di Luciano Spalletti, apparso oggi davanti ai media per presentare la gara di domani che vedrà impegnata l’Inter contro il Genoa. La frecciata rifilata all’allenatore della Roma fa il paio con quella rivolta a Francesco Totti che, a ‘I Signori del Calcio‘, aveva risposto così ad una domanda sul suo rapporto con Luciano Spalletti:

Con Spalletti non c’è mai stato un confronto e mai ci sarà. Avrei preferito chiudere in altro modo. Avessi saputo che sarebbe stato l’ultimo anno della mia carriera, avrei fatto cose diverse. Fossi stato in lui avrei gestito il calciatore in maniera diversa, e soprattutto la persona: mi sarei confrontato con lui, gli avrei parlato. Comunque riuscito a fare questo passaggio da calciatore a dirigente della Roma, e l’ho fatto con lo spirito giusto: con l’armonia, con l’intelligenza di una persona grande. Sono cresciuto nel campo e nel campo morirò”.

Dovendo rispondere a questa provocazione, Luciano Spalletti non si è nascosto dietro un dito, esprimendo il proprio punto di vista e tenendo aperta la porta per un incontro chiarificatore:

“Francesco si è espresso in modo inequivocabile. Segna un punto preciso su quello che è il nostro rapporto anche se da parte mia l’apertura sarà sempre la stessa. Chiaro che quando hai un ruolo devi esercitarlo. Non posso farci nulla”.



FotoGallery