Spalletti e la ‘guerra dei poveri’, che attacco a Di Francesco: “con me la Roma stava più in alto. Via i depressi dall’Inter”

Spalletti Spalletti - LaPresse/AFP

L’allenatore dell’Inter Spalletti non risparmia una bordata al veleno al collega della Roma Di Francesco e poi torna ad analizzare l’ambiente nerazzurro

Spalletti

Spalletti – LaPresse/Massimo Paolone

Una bordata al veleno che arriva da casa Inter, perchè Luciano Spalletti punzecchia e non poco l’allenatore della Roma Eusebio Di Francesco. Una stoccata destinata a fare rumore, che però sa tanto di ‘guerra tra poveri’ visto che nessuna delle due squadre lotta per lo scudetto che sembra sempre più essere una corsa a due tra Napoli e Juventus Queste le parole dell’allenatore dell’Inter Luciano Spalletti in conferenza stampa: “

“Di Francesco ha detto che ci sono squadre che stanno più in alto e che tirano in porta ancora meno della Roma, addirittura una volta a partita? Ce ne sono anche altre sopra la Roma. Poi se si riferisce a noi gli do ragione, la Roma dovrebbe stare molto più in alto. Gli anni precedenti era abituata a lottare con il Napoli e anche a stargli avanti. Delusione nell’ambiente Inter? Per quanto riguarda i depressi teneteceli lontani, perché noi dell’Inter siamo cittadini del cielo che abitano sulla terra, per cui non c’è depressione. Non buttiamo via niente perché quello che abbiamo fatto è il tragitto per arrivare terzi. Poi si può migliorare, nell’ultima partita non mi è piaciuto il carattere della squadra in superiorità numerica, però poi noi siamo in grado di andare a Genova e vincere la partita”.



FotoGallery