Giustizia: Ferri, continuare a investire per avere processi rapidi (2)

(AdnKronos) – Si è investito sulla specializzazione dei magistrati “con il Tribunale delle imprese, ma resta da completare la riforma delle discipline della crisi d’impresa elaborato dalla Commissione Rordorf”. E ancora la legge sugli ecoreati, il portale delle vendite pubbliche, la norma sull’autoriciclaggio, la riforma della custodia cautelare in carcere che deve essere intesa come extrema ratio, dando forza ed efficacia anche alle misure interdittive. Oggi sono “mille al mese i braccialetti elettronici che possono essere messi a disposizione di chi ne ha diritto”.
Eppure “bisogna continuare a investire in risorse per far funzionare gli uffici giudiziari. Abbiamo fatto sforzi mai fatti in passato, come testimoniano i concorsi in magistratura, a marzo saranno oltre 2mila gli assistenti giudiziari assunti”.
Per il sottosegretario, “presto si vedranno benefici e risparmi” della riforma, sebbene ci sia ancora una notevole differenza tra i tribunali lungo la Penisola e l’Italia non svetti nelle classifiche mondiali. “La percezione nei confronti della giustizia sta cambiando, ma bisogna continuare il lavoro. Non sono ancora completamente soddisfatto dei risultati raggiunti, anche se sono importanti. Penso si possa continuare a investire – conclude Ferri – per avere una risposta rapida e giusta di giustizia”.



FotoGallery