F1, la nuova Red Bull promette spettacolo: ecco i due assi calati da Newey che fanno tremare Mercedes e Ferrari

LaPresse/Photo4

Dopo la presentazione della nuova Red Bull, emergono i primi particolari di una monoposto che potrebbe mettere in crisi Ferrari e Mercedes

LaPresse/Photo4

Giovedì toccherà a Mercedes e Ferrari, ieri invece è stato il giorno della Red Bull che ha tolto i veli dalla nuovissima RB14. Una presentazione insolita, non solo perchè avvenuta via web con un particolare rendering, ma anche per la curiosa livrea camounflage che ha caratterizzato una vettura che dovrà mettere in difficoltà Mercedes e Ferrari, battute sul tempo da un’avversaria che punta a scalare le gerarchie della scorsa stagione. Sono due gli aspetti che preoccupano i due big team, due indizi significativi che potrebbero cambiare le carte in tavola dopo il duello del 2017. Innanzitutto, mai la Red Bull aveva presentato una macchina con così tanto anticipo, un segnale che sottolinea l’assenza di problemi nello sviluppo del progetto, concluso senza intoppi. Il secondo aspetto riguarda le appendici aerodinamiche scorte sulla RB14, completamente diversa rispetto alla vettura precedente, caratterizzata da un’impostazione a basso carico.

red bull

PA/LaPresse

Le nuove soluzioni spingono a credere che Newey abbia puntato eccome sull’aspetto aerodinamico, ricevendo ottimi feedback sia in galleria del vento che al simulatore. Per cui la Red Bull potrebbe diventare un’arma pericolosissima nelle mani di Verstappen e Ricciardo, pronti a mettere fine al duopolio Mercedes-Ferrari creatosi nel corso della scorsa stagione agonistica. I due big team sono avvisati, non resta che attendere giovedì per capire se avranno raccolto il guanto di sfida.



FotoGallery