Energia: Péruzy, ppa indispensabili per sviluppo rinnovabili

Roma, 23 feb. (AdnKronos) – “I Ppa sono un tema di primaria importanza per il contributo del nostro Paese alle importanti sfide cui l’Europa ci chiede di partecipare per il raggiungimento degli obiettivi climatici, nell’interesse dei cittadini di oggi e, soprattutto, di domani”. Ad affermarlo in una nota è Péruzy, Amministratore Delegato e Presidente di Acquirente Unico commentando l’accordo raggiunto ieri tra Engie Italia e l’austriaca Wienerberger.
La notizia dell’accordo, rileva l’Acquirente Unico, è importante: non soltanto perché fa uscire i contratti di lungo termine da un dibattito puramente teorico, calandoli nella realtà del mercato italiano, ma anche per le modalità di loro attuazione. Per la conclusione dell’accordo, infatti, è stata centrale la corretta profilazione dei consumi, che ha consentito un contratto a prezzo fisso. Una caratteristica essenziale per la promozione degli investimenti in generazione rinnovabile caratterizzati da una continua evoluzione dei loro costi di realizzo, in un contesto di mercato e regolatorio in costante trasformazione. I Ppa sono uno strumento che, come dichiarato dal Presidente Bortoni dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, sarà molto utile per lo sviluppo del mercato e, per il cui efficace funzionamento, potrebbe essere previsto anche il ruolo di un soggetto terzo e pubblico nelle fasi di approvvigionamento.
Per lo sviluppo dei Ppa, sottolinea ancora Péruzy, “Acquirente Unico potrebbe mettere in campo le sue migliori competenze e la sua consolidata esperienza, non solo nel perimetro dell’approvvigionamento nei mercati all’ingrosso dell’energia elettrica, ma anche quelle di tipo finanziario, consolidatesi più di recente nell’attività di gestione delle scorte petrolifere attraverso l’Ocsit”.



FotoGallery