Ema: Comune di Milano insiste e valuta altre azioni legali

Milano, 21 feb. (AdnKronos) – La ‘guerra’ tra Milano e Amsterdam nella partita per l’assegnazione dell’Agenzia del farmaco non è finita: “non si escludono altre iniziative dopo la denuncia alla Corte dei Conti nei confronti della Commissione europea e dell’Ema che, non può decidere in autonomia; si prenderebbero una grande responsabilità nell’andare avanti rispetto a una sede che non è stata valutata da nessuno”. E’ lo studio legale Grimaldi con l’avvocato Francesco Sciaudone a occuparsi dei due ricorsi presentati al Tribunale europeo e del ricorso alla Corte dei conti europea, che il Comune ha ritenuto di presentare perché, come sottolineato dal sindaco Giuseppe Sala, “si configura un danno per i cittadini europei”.
“Il presidente del Parlamento europeo ha riconosciuto la necessità di avere e valutare tutti gli atti delle offerte, anche quelli coperti da confidenzialità – spiega il legale all’Adnkronos – proprio come richiesto dal Comune con il ricorso d’urgenza e la richiesta di istanza di accesso agli atti della Commissione europea”.



FotoGallery