Economia: Padoan presenta relazione indicatori benessere, si riduce disuguaglianza

Roma, 20 feb. (AdnKronos) – Migliora il reddito disponibile, si riduce la disuguaglianza. E’ quanto emerge, in un’estrema sintesi, dalla prima relazione sugli indicatori di benessere equo e sostenibile (Bes) che il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, ha trasmesso oggi al Parlamento.
Il quadro che emerge dalla relazione con riferimento ai quattro indicatori Bes prescelti (il reddito disponibile pro capite; la disuguaglianza dei redditi ; il tasso di mancata partecipazione al lavoro le emissioni di CO2 e altri gas clima alteranti nell’atmosfera), sottolinea Padoan nell’introduzione della relazione, “è incoraggiante per quanto riguarda le previsioni a legislazione vigente (cioè post Legge di Bilancio 2018). Infatti, grazie non solo alla ripresa economica, ma anche a misure specifiche introdotte negli ultimi anni e poi con l’ultima legge di bilancio, il reddito disponibile pro capite continuerà a crescere nei prossimi due anni. Ciò anche in termini reali, ovvero al netto dell’inflazione attesa (quantomeno fino al 2019 incluso)”.
Le politiche di sostegno alle famiglie e all’occupazione, dal ‘bonus 80 euro’ fino agli incentivi alle assunzioni a tempo indeterminato, rileva ancora Padoan, “forniscono un importante contributo alla ripresa del reddito disponibile pro capite, contrastando le pressioni al ribasso causate dalla lunga recessione”. La disuguaglianza dei redditi in termini di rapporto tra il quintile più agiato e quello più povero della popolazione, osserva il ministro, “è stimata in riduzione nel periodo 2017-2020, invertendo la tendenza all’accentuazione delle disuguaglianze, che è il grave lascito della crisi finanziaria globale del 2008”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery