Ciclismo – Tagliani ‘Re’ di Francia per una settimana: Filippo a SportFair svela le sue emozioni più belle

Filippo Tagliani

Filippo Tagliani della Delio Gallina Colosio Eurofeed in una settimana ha vinto ben tre tappe in Francia e a SportFair ha svelato quale è stata la più difficile

Filippo TaglianiFilippo Tagliani in una settimana è riuscito a vincere tre importanti tappe in Francia: due alla Boucles du Haut-Var e il Gran Prix de Puyloubier. Il bresciano della Delio Gallina Colosio Eurofeed ha solo 22 anni e grazie a questi successi potrebbe essere proiettato verso un contratto WorldTour o Professional. Filippo Tagliani ha ottime qualità che si amalgamano perfettamente in ogni tipo di percorso. Per il giovane azzurro la stagione è appena iniziata e se il suo rendimento sarà costante, probabilmente verso la fine dell’anno un DS di una squadra potrebbe dargli una possibilità per cambiare categoria. Ai microfoni di SportFair, Filippo Tagliani ha analizzato le sue vittorie e ha svelato i suoi progetti futuri.

Come ti sei preparato per queste corse?

“Mi sono preparato come ogni anno, con impegno e determinazione, senza pressioni e con tanta voglia di fare”.

In una settimana hai vinto ben tre tappe. Te lo saresti mai aspettato?

“Diciamo che non me lo sarei aspettato, perché anche se avevo la consapevolezza di essere forte alle gare si parte in 180, non è mai facile vincere”.

Tra le due tappe alla Boucles du Haut-Var e il Grand Prix de Puyloubier, quale vittoria è stata la più difficile?

“Indubbiamente il Grand Prix de Puyloubier, gara durissima. Sono partito senza grosse ambizioni, poi con il passare dei chilometri mi son reso conto che potevo far bene”.

Quali saranno i prossimi appuntamenti?

“Il mio prossimo appuntamento è la San Geo, corsa di casa. Poi non ho grossi obiettivi in quanto ormai sono “vecchio”, quest’anno compierò 23 anni e sono elitè, e non potrò partecipare alle gare più importanti del calendario italiano. Correrò sempre a testa alta e cercherò di onorare al meglio la maglia che porto”.

In base alle tue caratteristiche, quale squadra WorldTour è più adatta a te?

“Non penso c’è ne sia una più adatta, mi basterebbe che una delle tante mi dia fiducia”.

A quale ciclista di ispiri?

“Non c’è un ciclista in particolare a cui mi ispiro, perché dal primo all’ultimo del gruppo ci mettono lo stesso impegno e la stessa voglia. Mi ispiro a tutti i ciclisti con voglia di fare e di lottare fino alla fine”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery