Bellissima l’amicizia tra Basso e Moscon – Il ciclista del Team Sky racconta un particolare curioso: “grazie a lui sono qui”

leonardo basso

Leonardo Basso, neo corridore del Team Sky, rivela un particolare curioso che lo lega a Gianni Moscon

leonardo bassoNel roster del Team Sky ci sono tanti giovani corridori che hanno intenzione di diventare campioni. Egan Bernal ha dimostrato il suo valore sia alla Colombia Oro y Paz che ai campionati colombiani. Pavel Sivakov, corridore cresciuto nel vivaio della BMC, è un atleta molto forte e di prospettiva, così come il velocista norvegese Halvorsen. Chi può diventare un campione in futuro è Leonardo Basso, ciclista italiano che sta disputando un buon l’Abu Dhabi Tour. Il talento della squadra di Dave Brailsford sta cercando di capire i segreti del Team Sky dai suoi compagni di squadra soprattutto da Gianni Moscon e Salvatore Puccio. I due corridori avranno un ruolo molto importante per Leonardo Basso e sicuramente cercheranno di dare una mano in allenamento e nei raduni squadra. Oltre al ciclismo, il giovane azzurro si è diplomato all’Istituto tecnico a Castelfranco prendendo la maturità come perito meccanico. Il corridore del Team Sky ha spiegato come è nata la sua passione per le due ruote, come riportato dalla Gazzetta dello Sport:

“sono nato a Castelfranco, ma sono di Asolo. Mamma Oriana fa l’operaia in una ditta di scarpe da montagna, papà Fabrizio il tappezziere e mi ha trasmesso la passione per il ciclismo. Tra i dilettanti ho fatto tre anni alla Zalf Euromobil Fior ed è stata una bella scuola. Sono perito meccanico, ho fatto l’istituto tecnico a Castelfranco. Avevo la media dell’8, ho preso 95 all’esame di maturità. Ora sono iscritto a ingegneria meccanica a Padova, ho fatto 8 esami. Ho fatto lo stagista alla Trek nel 2015, ma non mi hanno confermato. Ho ricominciato dallo scalino sotto, non ho mollato. Ho un bel rapporto con Gianni Moscon, mi ha permesso di avere dei contatti con Sky che si sono concretizzati. Si lavora benissimo: mezzi, professionalità, capacità di concentrarsi su un obiettivo e raggiungerlo con impegno, lavoro, cura del dettaglio. Io, come caratteristiche, sono completo. Mi piacciono salite corte, esplosive. Sarei, dico sarei, uno da Freccia e Liegi. Ma ora voglio solo lavorare per il team. Conquistarmi la fiducia”.



FotoGallery