Volley – Serie A2 femminile: le azzurrine del Club Italia Crai trionfano al tie break, splendida vittoria contro la Sigel Marsala

Serie A2 Femminile: Ancora un tie break vincente per il Club Italia CRAI

La lunga trasferta del Club Italia CRAI femminile si conclude con un’altra vittoria al tie break: dopo l’impresa di Baronissi, la squadra della Federazione Italiana Pallavolo si impone per 2-3 anche sul campo di una motivatissima Sigel Marsala. Il quarto successo consecutivo delle azzurre arriva al termine di un’altra partita ricca di alti e bassi: la squadra di Bellano paga le troppe difficoltà in ricezione nel primo e nel terzo set, ma domina il quarto (12-25) e decide il quinto in volata sul 12-12 grazie a due muri-punto di Pietrini. Prova di maturità per tutte le azzurre, che mantengono i nervi saldi anche su un campo difficile e davanti a un pubblico caldissimo: su tutte emergono Elena Pietrini (23 punti con il 45% in attacco e 3 ace) e Chiara De Bortoli, ma bene anche tutte le altre a cominciare da Linda Mangani, che entra in corsa al posto di Omoruyi e chiude con 12 punti personali. Battuta (7 ace) e muro (9 punti) le armi vincenti del Club Italia, mentre a Marsala non basta la generosa prestazione di Evangelia Merteki, top scorer delle sue con 19 punti. Il Club Italia CRAI sale a quota 27 in classifica, agganciando provvisoriamente Ravenna in attesa del completamento del terzo turno di ritorno. Sabato 20 gennaio le azzurre torneranno in campo al Centro Pavesi FIPAV contro la Golem Olbia.

La cronaca: Per la seconda partita nel giro di poche ore c’è un solo cambio nel sestetto iniziale del Club Italia: Omoruyi tra le titolari in diagonale con Pietrini. Confermata anche la formazione di Marsala, che lascia in panchina la nuova arrivata Perry e presenta le tre attaccanti Ventura, Merteki e Rossini. Trascinata da un pubblico agguerrito e rumoroso, la squadra di casa parte bene con Merteki e Agostinetto (3-1) e sfrutta due errori azzurri per portarsi sul 7-4. Le azzurre recuperano dal 9-5 sul turno di battuta di Lubian (un ace) e tornano in parità, ma Facchinetti e Furlan costruiscono il nuovo break del 13-10 che spinge Bellano a fermare il gioco. Marsala riesce a gestire il vantaggio (16-13) e allunga fino al 18-14 grazie a un’invasione avversaria; sul 20-15 entra Mangani per Omoruyi, ma sono due muri di Nwakalor a riportare in scia il Club Italia (20-18). Facchinetti però indovina un turno di servizio micidiale per il 23-18 e Ventura si procura 4 set point: le azzurre ne annullano due, poi Fahr manda out la battuta del 25-22. Si riparte per il secondo set con Mangani tra le titolari: le azzurre scattano meglio dai blocchi (1-3) e Lubian allunga fino al 3-6, ma la Sigel ribalta il risultato con Merteki e Rossini per l’8-7. Il controbreak è firmato Mangani (8-10) e sul servizio di Nwakalor le ospiti scappano avanti 11-15; malgrado i tentativi di Rossini, il Club Italia gestisce bene il vantaggio e trova con Mangani anche il muro del 14-19. Finale tutto azzurro con Pietrini che mette a segno il muro del 16-22 e propizia anche il 17-24; tre errori cancellano altrettanti set point, ma ci pensa Nwakalor a chiudere per il 20-25. La squadra di casa reagisce in avvio di terzo set con Merteki, che firma l’ace del 4-2, e il muro vincente di Facchinetti (7-4) costringe Bellano al time out. Sul 9-5 entra Turco in regia, il Club Italia accorcia le distanze con Nwakalor (10-8) ma non riesce a completare la rimonta, anzi subisce il 14-10 ad opera della solita Merteki. Il coach azzurro ferma di nuovo il gioco sul 17-12, ma la Sigel resta saldamente in vantaggio (19-14) e allunga ulteriormente con Ventura per il 23-16; al Club Italia non basta uno strepitoso turno di battuta di Pietrini, che mette a segno tre ace per il 23-21, perché è Rossini a riportare avanti le siciliane. Rientra Morello tra le azzurre per il quarto set: il Club Italia parte bene con l’1-3 di Nwakalor e capitan Lubian firma attacco e muro del 3-6. Campisi ferma il gioco, ma Mangani allunga fino al 4-9, e una serie di scambi combattutissimi portano al 6-13 siglato da Fahr a muro. Pietrini si scatena per l’8-16, aiutata da due perfette alzate di De Bortoli; Marsala inserisce Gabbiadini e Perry, ma il Club Italia resta saldamente avanti con Mangani (11-20) e chiude senza problemi sul turno di battuta di Morello: è Fahr a mettere giù il punto del 12-25. Il tie break inizia con Perry confermata nelle file della Sigel. È sempre Merteki a portare le padrone di casa sul 2-0 e poi sul 3-1; Rossini allunga per il 6-3 e Bellano deve fermare il gioco, ma al rientro in campo la battuta di Lubian regala il sorpasso sul 6-7. Al cambio di campo le azzurre sono avanti, e l’altalena nel punteggio continua; Nwakalor e Pietrini provano a firmare la fuga del 10-12, ma Agostinetto pareggia subito. Sul 12-13 la battuta di Cortella e il muro di Pietrini regalano due match point alle azzurre, che mettono fine al match con un altro muro vincente della numero 7.

I commenti:

Sarah Fahr (Club Italia CRAI):

 “È stata un’altra partita con tanti alti e bassi: nel primo set abbiamo fatto esattamente il contrario di quello che avremmo voluto, ma per fortuna siamo riuscite a gestire la situazione, e anche la reazione dopo il terzo set è stata importante. Non è facile giocare davanti a un pubblico così caldo, siamo state brave a non farci innervosire e non lasciarci prendere dalla tensione: anche questo serve a crescere”.

Sigel Marsala-Club Italia CRAI 2-3 (25-22, 20-25, 25-21, 12-25, 12-15)
Sigel Marsala: 
Mucciola, Cazzetta (L) ne, Furlan 3, Rossini 13, Merteki 19, Marinelli (L), Agostinetto 4, Murri ne, Facchinetti 8, Ventura 10, Perry 2, Gabbiadini. All. Campisi.
Club Italia CRAI: Fucka ne, Malual, Morello 2, Lubian 10, Cortella, Pietrini 23, Omoruyi, De Bortoli (L), Tonello (L) ne, Turco, Fahr 11, Nwakalor 18, Mangani 12, Bulovic ne. All. Bellano.
Arbitri: 
Jacobacci e Traversa.
Note: Spettatori 300 circa. Marsala: battute vincenti 3, battute sbagliate 15, attacco 39%, ricezione 53%-22%, muri 4, errori 32. Club Italia: battute vincenti 7, battute sbagliate 17, attacco 46%, ricezione 55%-13%, muri 9, errori 35.



FotoGallery