Rugby-Sei Nazioni 2018, Castello entusiasta per questa occasione: “bisogna rimanere concentrati in ogni partita”

©INPHO/Camerasport/Craig Thomas, ©INPHO/Camerasport/Craig Thomas

Nell’incontro con la stampa avvenuto dopo la seduta di allenamento, Tommaso Castello ha parlato di questo Sei Nazioni che attende l’Italia

Secondo giorno di lavoro sul campo per la Nazionale Italiana Rugby al CPO Giulio Onsesti di Roma. Dopo il lancio italiano del NatWest 6 Nazioni 2018, gli Azzurri hanno svolto una nuova sessione di allenamento sul campo dell’impianto romano in vista della prima partita del torneo contro i campioni in carica dell’Inghilterra – in calendario domenica 4 febbraio alle 16 – match che sarà trasmesso in diretta su DMAX, canale 52 del digitale terrestre.

E’ una grande emozione essere qui – ha dichiarato Tommaso Castello nell’incontro con la stampa a margine della seduta di allenamento – due anni fa ho fatto parte del gruppo senza mai scendere in campo al 6 Nazioni. Credo sia il sogno di ogni rugbista poter rappresentare la propria Nazionale in questo torneo. L’importante è restare sempre concentrati partita dopo partita. L’arrivo di Pete Atkinson è sintomo della direzione importante che ha intrapreso la FIR. L’attenzione sul fitness, aspetto su cui lo staff azzurro conta molto, insieme al miglioramento delle strutture messe a nostra disposizione, ci permette di lavorare al meglio e di migliorarci costantemente. E’ chiaro che la parte finale spetta a noi che dobbiamo dare sempre il 100% per rendere al meglio. Il lavoro che stanno svolgendo le franchigie è evidente. Zebre e Benetton hanno una interpretazione del gioco leggermente diversa, è normale, ma la sinergia con la Nazionale è alla base di tutto“.

Rientra nel gruppo dell’Italrugby Tommaso Allan, assente ai test match di Novembre:

“E’ vero, la competizione è aumentata. Ma questo è uno dei tanti aspetti per migliorare la squadra. Ogni giocatore lotta per ottenere il posto da titolare, è normale. La squadra ha aumentato la profondità in vari ruoli. Le statistiche degli scorsi test match non giocano a nostro sfavore. Ci manca quell’1% e un pizzico di concretezza in più per segnare più punti. Il nostro piano di gioco è più che valido: sta a noi attuarlo nel modo migliore. Brunel alla Francia? Ho esordito con lui in Nazionale e sicuramente il ricordo è positivo. Sarà strano incontrarlo da avversari. E’ un buon allenatore e farà bene con loro”.

Nella giornata di giovedì saranno ufficializzati i convocati per le prime due partite del NatWest 6 Nazioni contro Inghilterra e Irlanda.



FotoGallery