Pyeongchang 2018 – Le due Coree unite in nome dello sport, ecco gli accordi per la partecipazione comune ai Giochi invernali

  • LaPresse/AFP

    LaPresse/AFP

  • LaPresse/AFP

    LaPresse/AFP

  • LaPresse/AFP

    LaPresse/AFP

  • LaPresse/AFP

    LaPresse/AFP

  • LaPresse/AFP

    LaPresse/AFP

  • LaPresse/AFP

    LaPresse/AFP

  • Sport Invernali - Le due Coree unite in nome dello sport, stabilito un dialogo pacifico  in vista della partecipazione comune ai Giochi invernali di Pyeongchang 2018 -LaPresse/AFP

    Sport Invernali - Le due Coree unite in nome dello sport, stabilito un dialogo pacifico in vista della partecipazione comune ai Giochi invernali di Pyeongchang 2018 -LaPresse/AFP

  • LaPresse/AFP

    LaPresse/AFP

  • LaPresse/AFP

    LaPresse/AFP

/

Le due Coree si uniscono in nome dello sport, le importanti decisioni del Cio in vista dei Giochi Olimpici invernali di Pyeongchang

Le Olimpiadi invernali di Pyeongchang potrebbero rappresentare una chiave di volta per la pacifica convivenza di Corea del Nord e Corea del Sud, dopo tanti anni di lotte e separatismo. Nella sede del Comitato olimpico internazionale (Cio) a Losanna i rappresentanti delle due Coree si sono incontrati per discutere della partecipazione ai Giochi invernali del prossimo mese. Il Presidente del Cio, Thomas Bach, ha presieduto all’incontro in cui si è deciso quanti atleti e funzionari nordcoreani potranno prendere parte ai Giochi in programma dal 9 al 25 febbraio in Corea del Sud. Inoltre i rappresentanti dell’organo competente hanno preso decisioni su questioni relative al protocollo come bandiere e uniformi. La Corea del Nord aveva comunicato l’intenzione di creare una squadra in comune con la Corea del Sud di hockey sul ghiaccio femminile e di una sfilata unica di presentazione alla cerimonia di apertura dei Giochi. Una rivoluzione storica che potrebbe vedere dopo tanti anni di nuovo le due Coree unite in un’unica grande squadra. Thomas Bach prendendo la parola durante l’incontro al Cio ha ammesso: 

Questo è un grande giorno per il movimento olimpico, perché lo spirito olimpico ci ha unito tutti. I  Giochi invernali di Pyeongchang hanno aperto la porta per un dialogo pacifico nella penisola coreana. La riunione odierna dimostra che lo sport olimpico costruisce sempre  dei ponti e non alza mai muri. Le Olimpiadi di  Pyeongchang stanno dando a tutti un’opportunità reale per un nuovo inizio, per aprire le porte a un futuro migliore. Abbiamo ancora una  lunga strada da percorrere nel nostro viaggio, ma oggi  stiamo compiendo insieme un passo molto significativo.

Infine il Presidente del Cio ha comunicato le decisioni dell’organo. La Corea del Nord parteciperà ai Giochi Olimpici invernali con 22 atleti in 3 sport e 5 discipline diverse, che saranno hockey femminile, pattinaggio di figura, pattinaggio di velocità, sci di fondo e sci alpino. Gli atleti saranno accompagnati da 24 fra allenatori e dirigenti, e 21 rappresentanti dei media. Alla cerimonia di apertura inoltre le due Coree sfileranno insieme con un’unica bandiera portata da due atleti (uno della Corea del Nord e uno della Corea del Sud). Un’altra importante novità sta nella divisa che sarà indossata dagli sportivi presenti a Pyeongchang. L’uniforme infatti avrà una bandiera unificata coreana. Il Cio ha infine approvato l’idea di inscrivere un’unica squadra coreana al torneo olimpico femminile di hockey su ghiaccio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 



FotoGallery