Parigi-Roubaix – Moscon fa sul serio: il ciclista prova nuove soluzioni tecniche per vincere la Regina delle Classiche

Gianni Moscon e Chris Froome

Gianni Moscon vuole vincere la Parigi-Roubaix e insieme allo staff del Team Sky si allena e prova nuove soluzioni tecniche

Gianni MosconLa stagione di Gianni Moscon ancora non è iniziata, ma il ciclista del Team Sky ha le idee chiare per il futuro. La maglia tricolore a cronometro ha tutta l’intenzione di essere protagonista nelle classiche sin dalle prime uscite. L’anno scorso il trentino ha dimostrato di avere grande attitudine in questa tipologia di corsa grazie agli insegnamenti di Ian Stannard e Sebastian Langeveld. Gianni Moscon, per essere pronto a questi importanti impegni, si sta allenando intensamente sulle strade della Parigi-Roubaix, la Regina delle Classiche. Questa corsa è nel mirino del corridore del Team Sky e proverà in tutte le maniere a conquistarla. Servais Knaven, Carsten Jeppesen e Michele Botteon sono insieme al corridore per capire le strategie da utilizzare e soprattutto cercare di migliorare le performance della bicicletta. Questo lavoro è molto importante per capire le migliorie da fare e cercare di essere sempre più veloci in corsa.

Gianni MosconLo staff del Team Sky è molto preciso sulla scelta dei materiali e in questo caso hanno intenzione di capire le qualità della K10S, la bicicletta che userà Gianni Moscon alla Parigi-Roubaix. Il telaio è innovativo grazie alla presenza del DSS System di ultima generazione, in grado di regolarsi in base alla tipologia del terreno. Lo scopo è di avere maggiore trazione sulla ruota posteriore e di avere maggiore confort sulla bicicletta. Altro dettaglio importante: Gianni Moscon per la Parigi-Roubaix non correrà con i freni a disco. Questa scelta è basata sulla difficoltà nel cambiare la ruota in caso di foratura (il terreno della Parigi-Roubaix è di avvallamenti insidiosi).



FotoGallery