Nuoto, prezioso riconoscimento per Giorgio Minisini: è il primo azzurro a vincere il premio Len nel sincro

LaPresse/Xinhua

Giorgio Minisini è il il primo uomo a conquistare nel sincro il premio europeo assegnato dalla Lega Europea del nuoto

LaPresse/Gian Mattia D’Alberto

Dopo i Fina Awards, Giorgio Minisini si conferma anche nella decima edizione dei premi europei assegnati dalla Len, la lega europea del nuoto. Il romano, campione iridato del Duo misto tecnico con la compagna Manila Flamini, e’ il primo uomo a conquistare questo riconoscimento nel sincro. Nel decennale del premio la stessa Len ricorda i plurimedagliati tra cui gli azzurri Tania Cagnotto, la piu’ decorata con sette titoli, Federica Pellegrini, Martina Grimaldi e Stefano Tempesti con un titolo ciascuno. Adam Peaty e Sarah Sjostrom sono per la Len i numeri uno in corsia. Quello di Adam Peaty nel nuoto e’ stato il piu’ travolgente dato uscito dalle votazioni con quasi l’80% dei voti, pur confermando il titolo dello scorso anno. Sarah Sjostrom e’ stata selezionata per la prima volta ed ha anche ottenuto una quota consistente (70%), sconfiggendo Katinka Hosszu che vinceva da quattro edizioni. La svedese puo’ guardare a una stagione davvero eccezionale con tre titoli mondiali, sei record mondiali, la vittoria generale nella Coppa del Mondo e sei medaglie agli europei in corta a Copenaghen.

LaPresse/Reuters

Dopo il trionfo di Jack Laugher nel 2016, si alternano gli inglesi nei tuffi con il campione del mondo della piattaforma Tom Daley che ha raggiunto il vertice dopo il 2009 e il 2015. Tra le donne Nadezhda Bazhina ha ottenuto il suo primo riconoscimento (anche una prima volta per la Russia in questa categoria). Nel sincro nessuno sconquasso con la Russia a farla da padrona e una nuova regina come Svetlana Kolesnichenko (quattro medaglie d’oro ai Mondiali). Due francesi comandano invece il nuoto di fondo con i campioni del mondo Marc-Antoine Olivier e Aurelie Muller, mentre nella pallanuoto per la prima volta in assoluto sono stati scelti due portieri: il croato Marko Bijac fondamentale nel trionfo mondiale (secondo con lo Jug Dubrovnik in Champions League) e la spagnola Laura Ester, anche lei strepitosa nella medaglia d’argento iridita e vincitrice col Sabadell dell’Euroleaga. (ITALPRESS)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery