MotoGp, Ciabatti esce allo scoperto sui rinnovi di Dovizioso e Lorenzo: “bisogna vedere se…”

LaPresse/Massimo Paolone

Paolo Ciabatti ha parlato degli obiettivi della Ducati, soffermandosi poi su rinnovi di Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo

Tino_Martino

Il 2018 è un anno in cui non ci presentiamo come favoriti, perchè credo che favorito debba essere per forza Marc Marquez, ha vinto 4 degli ultimi 5 mondiali MotoGP“. E’ quanto afferma Paolo Ciabatti, Direttore sportivo Ducati Corse, a Tutti Convocati su Radio 24.

Partiamo con l’idea di essere protagonisti in tutte le gare con tutti e due piloti e di essere protagonisti del mondiale, che vuol dire provare ad aggiudicarselo. Poi bisogna secondo me essere consci delle proprie qualità, delle qualità della nostra moto, che abbiamo migliorato nelle aree in cui aveva ancora qualche piccolo problema, sperando ovviamente che i nostri avversari non abbiano migliorato la loro moto in modo clamoroso. Ma partiamo con la voglia di far bene, consci di avere due piloti eccezionali, e una moto che pensiamo possa essere definita una delle migliori moto in MotoGP. Poi lo sport è fatto così ci vuole anche un pizzico di fortuna Ma noi pensiamo di avere gli ingredienti giusti per giocarci questo mondiale. Andrea ha fatto veramente una stagione 2017 fantastica, a iniziare da quella vittoria importantissima al Mugello. Era la prima volta che un pilota italiano su moto italiana vinceva Mugello. Se andiamo a guardare la storia era dal 1974 che un pilota italiano su moto italiana non vinceva in Italia, quindi vuol dire abbiamo fatto un pezzettino di storia.

Ciabatti poi si concentra su Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo, due piloti di cui il direttore sportivo si fida ciecamente:

“Quando vinci lo stesso numero di gare, sei, che vince il campione del mondo e ti giochi il mondiale all’ultima gara, chiaramente la stagione successiva tutti si aspettano che tu ti ripeta e provi a fare qualcosa di meglio e quindi qui siamo. Avere due piloti in grado entrambi di lottare per il titolo è auspicabile. L’obiettivo è puntare ai primi tre posti sia con Jorge che con Andrea. La rivalità tra compagni di squadra è normale che ci sia, ma tra loro due mi aspetto una convivenza tranquilla anche se dovessero rivaleggiare per il Mondiale”.

Quindi sulla volontà di rinnovare i contratti di entrambi i piloti anche oltre il 2018, Ciabatti espone il suo punto di vista:

Come abbiamo detto il nostro obiettivo è quello di confermare Andrea e provare a confermare anche Jorge. Bisogna vedere se ci saranno le condizioni, è prestino per parlarne, devo dire che c’è la volontà, credo da entrambe le parti per trovare un accordo. Andrea si aspetta un ingaggio in linea con quello di altri top rider visto quello che ha dimostrato nel 2017. Io credo che con la buona volontà da parte di entrambi si possa trovare una soluzione, spero nei prossimi mesi. Il 2018, gli appassionati lo sanno, è un anno in cui scadono i contratti di tutti i piloti ufficiali di tutte le case e di tutti i team, quindi Ducati è nella stessa situazione di Honda, di Yamaha, di Suzuki, KTM e di Aprilia“. (ITALPRESS)



FotoGallery