Milan, la marcia indietro del fondo Highbridge: così è cambiata la proposta di rifinanziamento

Fassone, Mirabelli e Han Li LaPresse/Alfredo Falcone

Marcia indietro (parziale) del fondo Highbridge, così la proposta di rifinanziamento del fondo spiazza il Milan

Ufficio Stampa AC Milan/Buzzi –

Non sarà il fondo Highbridge a rifinanziare il debito che il Milan ha con il fondo Elliott. Dopo l’eslusiva firmata tra le parti l’accordo sembrava a un passo, ma – come riporta il Corriere della Sera –  il fondo londinese ha modificato la proposta a Fassone: Highbridge è disposto a finanziare il Milan per circa 270 milioni e non con i 400 della proposta iniziale. Una condizione che non sa bene ai rossoneri, costretti così ad ricercare un’altra banca o fondo che li affianchi nell’operazione. Ecco spiegato dunque il motivo per il quale in via Aldo Rossi si valutano anche altre alternative rispetto al fondo Highbridge.

FotoGallery