Federer e la passione per il tennis: “momenti brutti? Passano! Agassi nel suo libro ha mentito su tutto…”

LaPresse/PA

Roger Federer ha commentato la passione per il tennis di Kyrgios e Tomic, tirando in mezzo anche Agassi e la sua controversa autobiografia

Se dovessimo descrivere la ‘passione per il tennis’, probabilmente useremmo due parole: Roger Federer. Il campione elvetico è l’esempio di un atleta che gioca divertendosi, che fa sacrifici, dà sempre il 100%, sta lontano dalla sua famiglia, si fa male e piange, vince e piange, tutto per amore verso il tennis. Passione che Federer non ha mai nascosto. A pochi giorni dagli Australian Open, intervistato da “Tennis Magazine” in merito ai due bad boys aussie, Kyrgios e Tomic, che più volte hanno spiegato di giocare unicamente per soldi e senza alcun ‘sentimento’, Federer ha detto la sua, tirando in mezzo anche Agassi. Il motivo? Federer ha fatto riferimento all’autobiografia dell’ex tennista statunitense, nella quale Agassi ha più volte scritto di aver odiato il tennis. Secondo Roger tutto ciò che c’è scritto nell’autobiografia, Agassi non l’ha mai pensato veramente:

“Credo fermamente che Tomic e Kyrgios si divertano giocando a tennis e che non sempre quello che viene detto corrisponde alla realtà. Prendiamo ad esempio André Agassi e tutto quello che ha scritto nella sua autobiografia, Open. Ha detto che odiava il tennis, ma poi ci ha giocato per ben 20 anni. Francamente non credo proprio a nulla di quello che ha scritto nel suo libro. I momenti difficili ci sono, ma esistono per tutti. Anche fare continuamente le valigie e spostarsi da un posto all’altro non è il massimo.”



FotoGallery