Cassano, il racconto è da brividi: “ho fatto la fame per 17 anni. Ecco cosa facevo per 1000 lire al giorno”

LaPresse/Valerio Andreani

Cassano racconta la sua infanzia difficile tra i vicoletti di Bari Vecchia: “ho fatto la fame per 17 anni, ecco cosa facevo per 1000 lire al giorno”

LaPresse/Fabio Ferrari

Un racconto da brividi, Antonio Cassano svela alcuni particolari inediti legati alla sua infanzia difficile. Il talento di Bari Vecchia nel corso di un’intervista rilasciata a Canal Plus parla dei suoi primi difficili anni di vita, prima che il calcio gli cambiasse la vita. Ecco le sue parole riportate da AlfredoPedullà.com:

“Per 17 anni ho fatto la fame, davvero. Mia madre era casalinga e con quel poco che si guadagnava, tre-quattro mila lire al giorno, si doveva mangiare. Mia madre ha fatto tanti sacrifici, non è andata mai a scuola, non parla bene l’italiano. Io giocavo per la strada, per i vicoletti. Vedevo chi mi dava mille lire in più o in meno perché ero più forte di tutti. Non avevo soldi, non li avevo mai visti nella mia vita. Dicevo “scegli me, che ti faccio vincere” e ogni giorno giocavo in strada, per guadagnare qualcosina. Mille- duemila lire in un più o in meno facevano la differenza per me. Bari-Inter? Avevo 17 anni, la partita che poteva cambiare la mia vita in tutto e per tutto, farmi diventare ricco, famoso e anche bello! È andata così, il calcio fa miracoli”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...


FotoGallery