Australian Open – Nadal, il caldo e quella velata frecciatina a Federer: “ecco perchè ad alcuni permettono di giocare di notte”

LaPresse/Reuters

Il caldo degli Australian Open fa protestare diversi giocatori: Rafa Nadal non perde l’occasione di scoccare una velata frecciatina a Federer

Le previsioni meteo su Melbourne prevedono pioggia… di polemiche! Di gocce d’acqua, ma anche di un semplice abbassamento delle temperature, neanche l’ombra. Il clima torrido nel quale si stanno giocando gli Australian Open ha fatto storcere il naso a diversi tennisti: difficoltà a giocare, colpi di calore e tanta stanchezza hanno messo i bastoni fra le ruote a diversi atleti tanto nel tabellone ATP quanto in quello WTA. Problema chi gioca di sera, come Roger Federer. Al termine del match di ieri, Rafa Nadal ha avuto qualcosa da ridire al riguardo, spiegando come alcuni giocatori siano privilegiati da logiche di marketing:

“a volte le condizioni non sono sicure. Ieri e oggi è stata molto dura, a volre è troppo e può diventare pericoloso per la propria salute. Non è bello vedere i giocatori soffrire così. Ma c’è una cosa positiva, solo una: non era umido ma secco. Questa è una grande differenza. Per esempio a Rio de Janeiro penso che sia peggio perché c’è l’umidità. Per il resto, le altre cose sono tutte negative in queste condizioni. Alcuni giocano più la sera, e lo sapete bene perché. Le TV, i biglietti da vendere, giocatori più importanti. È facile da capire. Non è una questione di giusto e non giusto”.



FotoGallery