“Sci, sicurezza e leggi”: a Torino il convegno dell’ordine degli avvocati

Con l’Ordine degli avvocati si parla di sci, sicurezza e leggi

«Sci, sicurezza e leggi», questo l’oggetto del convegno organizzato oggi a Torino dalla Camera Civile del Piemonte e Valle d’Aosta e patrocinato dalla Regione Piemonte. Un tema attuale, che ha visto riuniti gestori degli impianti, avvocati, rappresentanti degli enti di soccorso, della Federazione e dei media di settore. Tutti insieme per esaminare lo stato dell’apparato normativo, ponendo le basi per un ragionamento che possa migliorare la sicurezza delle aree sciabili. L’assessore regionale allo Sport Giovanni Maria Ferraris, ricordando quanto le nostre montagne siano luogo di forte attrazione turistica nella stagione invernale, ha affermato che: “tutti noi amiamo sciare in modo sicuro e consapevole, e questo vale anche per garantire la sicurezza verso i terzi che si incontrano sulle piste. Oggi gli sciatori sono centinaia di migliaia e non ci si può esimere dal prendersi le proprie responsabilità, ciascuno per la propria competenza. Il sistema neve deve quindi lavorare in squadra e sintonia tra i diversi attori. Un importante esempio di cultura della sicurezza è il «decalogo dello sciatore» redatto dalla FIS, al quale si deve prestare la dovuta attenzione”.

Facendo poi riferimento alla situazione piemontese, l’assessore Ferraris ha ricordato che: “La Regione Piemonte si è dotata anni fa di una legge che ha inteso proprio rafforzare il senso di sicurezza richiesto dai cittadini e dalle Pubbliche amministrazioni sulle piste da sci e per questo abbiamo anche rinnovato l’invito agli Enti locali di dotarsi di agenti di Polizia Locale, per attuare attività di prevenzione verso gli utenti della neve, insieme alle Forze Armate e di Polizia. Per continuare a promuovere cultura sportiva e insieme di sicurezza occorre però non abbassare la guardia e che ognuno di noi faccia la propria parte”. “La scorsa stagione è iniziata con la Coppa del Mondo di sci alpino femminile a Sestriere – ha concluso Ferraris – a dimostrazione del fatto che vogliamo continuare a promuovere l’immagine di un territorio che è patria dello sport. Sci deve essere sinonimo di divertimento e perciò praticabile da tutti in piena sicurezza”.

FotoGallery