Noia e sbadigli allo Stadium, Juventus e Inter si annullano: a sorridere è solo Spalletti

LaPresse/Fabio Ferrari

Nessuna rete all’Allianz Stadium, Juventus e Inter impattano 0-0 permettendo ai nerazzurri di rimanere in testa in attesa del match del Napoli

LaPresse/Fabio Ferrari

Chi si aspettava un turbinio di emozioni e colpi di scena all’Allianz Stadium sarà rimasto certamente deluso. Nessun gol e pochissime occasioni da rete tra Juventus e Inter, ci prova di più la Juventus ma Higuain e compagni sbattono contro il muro eretto dai nerazzurri che, dopo il Napoli al San Paolo, irretiscono anche i bianconeri davanti al proprio pubblico. Una squadra solida e compatta quella di Spalletti, capace di chiudere ogni varco meritando il ruolo di miglior difesa del campionato. Solo dieci i gol subiti da un reparto guidato in maniera impeccabile dalla coppia Skriniar-Miranda e dalle parate di un immenso Handanovic. Il portiere sloveno vince la personale sfida contro Mandzukic, unico giocatore della Juventus a creare pericolo alla porta nerazzurra. Prima il tap-in di destro ribattuto dal portiere nerazzurro, poi la traversa colpita con una testata che non lascia scampo a D’Ambrosio.

LaPresse/Marco Alpozzi

Nel mezzo, un oceano di nulla, con due squadre impegnate più a non prenderle che a darle. Un po’ di colpa non può che averla anche Massimiliano Allegri, colpevole di tenere in panchina Dybala fino al trentesimo del primo tempo. Una scelta alquanto discutibile quella dell’allenatore toscano, dal momento che il solo Cuadrado non basta per regalare brio e vivacità al reparto offensivo. A uscire con il sorriso dall’Allianz Stadium è solo l’Inter di Spalletti, capace di tenere botta e di continuare a mantenere inviolata la casella delle sconfitte. La Juventus invece rimugina e continua a guardare da lontano il primo posto, quest’anno servirà qualcosa in più per centrare il settimo scudetto di fila.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery