Sacchi e l’enigma bianconero, nuove polemiche in arrivo: “Juventus? Mi chiedo perché non provi a… vincere”

Sacchi Allegri Jonathan Moscrop

L’ex allenatore del Milan Arrigo Sacchi torna a parlare della Juventus: il suo pensiero come sempre è destinato a far discutere

LaPresse/Massimo Paolone

Arrigo Sacchi e il mondo Juventus, ci risiamo. Perché il pensiero dell’ex allenatore del Milan è destinato come sempre a far discutere. Nel corso di un’intervista rilasciata a ‘La Stampa’, Sacchi presente Napoli-Juventus ponendosi poi degli interrogativi che sicuramente faranno discutere. Questo il suo pensiero:

“Il Napoli sa giocare solo in una maniera che, ormai, abbiamo imparato ad apprezzare, non solo in Italia. Alla Juventus chiedo un ulteriore salto in avanti. La Juventus è l’unica nostra società che può pensare di competere alla pari anche fuori confine: non si tratta di cose che mi piacciono o meno, si tratta di una questione legata all’atteggiamento. La Juventus è storia e tradizione. Senso di appartenenza e orgoglio: a volte mi chiedo perché non provi a vincere per lasciare un segno indelebile nel nostro calcio. Nessuna critica a chi sta al vertice da molto tempo, ma vorrei che i bianconeri trasmettessero anche quel senso di rischio alla base di ogni grande avventura. Allegri? Allegri è un maestro nella gestione del gruppo e delle situazioni. Un maestro anche nella tattica: in sostanza un bravissimo allenatore, fra i migliori in circolazione”.



FotoGallery