MotoGp, Viñales svela: “l’anno prossimo lotterò per il titolo. Condizionato da Rossi? No, sono sempre stato libero”

LaPresse/EFE

Intervistato da Marca, Maverick Viñales ha parlato della prossima stagione e del suo rapporto con Valentino Rossi

LaPresse/Alessandro La Rocca

Quello che non ti uccide, ti fortifica. Maverick Viñales potrebbe riassumere così il suo 2017, un anno cominciato alla grande in sella alla Yamaha e concluso in maniera anonima. Il centauro spagnolo, dopo i primi Gp, sembrava che potesse puntare da subito al titolo ma le cose non sono andate come previsto. (ITALPRESS)

Più che la Ducati, sono rimasto più sorpreso da noi, di non essere riusciti a stare davanti nella seconda metà di stagione – confessa in un’intervista a ‘Marca’ – il problema fondamentale è stato la mescola delle gomme: la nostra moto funziona meglio con le soft e quando hanno cambiato mescola, non siamo più riusciti a fare le scelte giuste per la gara, dove poi non potevamo dare il 100%, eravamo limitati. Ma credo che questo 2017 ci aiuterà molto in vista della prossima stagione. Condizionato dalle decisioni di Valentino Rossi? No, sono sempre stato libero di scegliere il telaio, la moto che volevo, abbiamo purtroppo pagato tutti il fatto di non capire bene che direzione prendere. Spero che Rossi rinnovi e resti alla Yamaha. E’ un pilota che dà tanto al campionato e al motomondiale ed è importante che continui in pista. Tra l’altro è ancora a un livello incredibile e aiuta sempre a migliorare, sarebbe bello se continuasse ancora per molto tempo. Cambiare team? Sono molto contento del team, siamo stati sempre molto uniti, soprattutto nelle gare difficili come Montmelò e Valencia. Alla Yamaha è naturale lottare per il titolo e se quest’anno non siamo riusciti a farlo fino alle ultime gare, nel 2018 battaglieremo fino all’ultima. Sarà importante prepararci bene per poter competere in tutte le condizioni“.

FotoGallery