MotoGp, Crutchlow e quel paragone con Petrucci: “Danilo è come me, vi dico il motivo”

Cal Crutchlow LaPresse/Alessandro La Rocca

Cal Crutchlow ha sottolineato di avere molte cose in comune con Danilo Petrucci, spiegando tutto questo nel dettaglio

LaPresse/Alessandro La Rocca

Cal Crutchlow come Danilo Petrucci, è questo quello che si evince dall’intervista rilasciata dal pilota britannico a Speedweek.com. Gli inizi in Superstock e il conseguente passaggio in MotoGp sono due delle cose in comune tra i due ‘colleghi’ rivelate da Crutchlow:

“Dopo il mio primo anno in MotoGp volevo tornare al campionato mondiale Superbike. Non avevo alcun interesse a rimanere nel circus. Hervé Poncharal mi ha detto che dovevo continuare. Così sono rimasto. Nel secondo anno ho cambiato il mio approccio e ho guidato la moto in modo diverso. Sono arrivato quarto nelle prime due gare della stagione e sono salito sul podio due volte. Io come Petrucci? Danilo ha un vantaggio decisivo, ha Daniele Romagnoli che è stato il mio capo squadra quando sono uscito dal campionato mondiale Superbike. Capisce come i piloti di Superbike si sentano qui e che spieghiamo le cose in modo diverso rispetto a un pilota cresciuto nel paddock GP. Petrucci è come me. Non è il più grande talento naturale sulla terra, ma è pienamente impegnato. Nelle brutte giornate niente funziona davvero per lui. Ma se ha una buona giornata, brilla”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery