Segnali di Gattuso, il Milan strapazza l’Hellas: ma la vera vittoria è in panchina. Altro che Montella…

Esultanza Milan LaPresse/Spada

Il Milan vince facile contro l’Hellas Verona in Coppa Italia, ma la vera vittoria rossonera arriva da due ‘cambiamenti’ di Gattuso rispetto alla gestione Montella

Gattuso

LaPresse/Spada

E’ bastato poco a Rino Gattuso per ribaltare la squadra come un calzino: il tempo di due partite disastrose contro Benevento e Rijeka, poi poche ma essenziali mosse. Quelle che Vincenzo Montella si ostinava a non vedere/fare. Il Milan non è guarito, sia chiaro, ma il ritorno al 4-3-3 ha dato alla squadra maggiore equilibrio, esaltando le qualità di giocatori (Bonaventura su tutti) che sembravano ormai smarriti sotto la precedente gestione. Ma la vera grande vittoria conquistata da Gattuso è stata quella di ridare alla squadra nuove certezze: scendere in campo con la formazione titolare all’inizio poteva sembrare un azzardo, ma l’allenatore rossonero ha voluto mandare in campo la stessa squadra (o meglio 9/11) andata in campo contro il Bologna. Il Milan torna a conoscersi, vince facile contro l’Hellas Verona (3-0 firmato Suso, Romagnoli, Cutrone) e torna piano piano a ritrovare certezze. Quelle che, le 23 formazioni diverse su 23 partite nella gestione montelliana, hanno contribuito a distruggere.



FotoGallery