Giro d’Italia, il messaggio di Ivan Basso ai big: “ecco cosa servirà per vincere” [VIDEO]

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Ivan Basso, ds della Trek Segafredo, lancia un monito ai corridori che vorranno vincere la 101ª edizione del Giro d’Italia

LaPresse/Spada

Qualche giorno fa è stato svelato il percorso del Giro d’Italia 2018. Le 21 tappe della corsa italiana, in rosa giunta alla 101ª edizione, saranno molto difficili a causa di 7 arrivi in salita e soprattutto dei pochi chilometri a cronometro. Tra le tappe, quella più difficile sarà lo Zoncolan con tante insidie lungo tutto il percorso. In questa edizione della grande gara a tappe italiana ci sarà Chris Froome che sfiderà i migliori corridori del panorama internazionale. Il britannico torna al Giro d’Italia dopo una lunga assenza e vorrà vincere la maglia rosa e provare a centrare la doppietta Giro-Tour. Ivan Basso, DS della Trek Segafredo e della Polartec Kometa, sia nel 2006 che nel 2010 ha vinto la maglia rosa battendo avversari di grande livello. Le insidie del Giro d’Italia sono numerose e lungo le 21 tappe ci saranno diversi fattori che possono cambiare i valori della corsa. Attraverso un video pubblicato dal sito del Giro d’Italia, Ivan Basso ha analizzato il percorso della 101ª edizione della corsa in rosa:

“è molto difficile capire se un corridore che sbaglia i primi due arrivi in salita possa vincere la maglia rosa. L’asticella dovrà abbassarsi e curare una vittoria di tappa e pensare alla classifica scalatori. Vincere o salire sul podio non permette alcuna distrazione. Chi sarà sempre continuo ha grosse chance di vittoria. L’ultima settimana i corridori dovranno consolidare le posizioni e bisogna pensare giorno dopo giorno. Devi guardare l’obiettivo da raggiungere e lavorare intensamente. Chi sarà in forma nelle ultime tappe porta a casa la vittoria”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery