F1, Mercedes e Ferrari restano agli antipodi: ecco le prime indiscrezioni sulle monoposto 2018

LaPresse/Photo4

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, ci sarebbero le prime indiscrezioni sulle monoposto 2018 di Ferrari e Mercedes

LaPresse/Photo4

Il 2017 non ha solo incoronato la Mercedes e Lewis Hamilton come campioni del mondo, ma ha anche consegnato al circus una Ferrari diversa rispetto a quella del passato. Una macchina veloce, intraprendente e tenuta sott’occhio dai rivali, che non hanno avuto remore a prenderla come fonte di ispirazione. La vettura realizzata grazie alla supervisione di Mattia Binotto, con Simone Resta capo progettista telaio, ha sancito una sorta di punto di rottura con il passato, con la parte anteriore delle fiancate caratterizzate da strutture deformabili di sicurezza inglobate nei deviatori di flusso che costituiscono il profilo esterno delle prese d’aria dei radiatori. Caratteristiche particolari, oltre a queste appena sottolineate, che hanno permesso agli ingegneri della Ferrari di variare la lunghezza del condotto a seconda del tipo di tracciato, incrementando o diminuendo la portata d’aria e la pressione verso il diffusore, per ottenerne lo stallo a determinate velocità e con determinati angoli di assetto picchiato.

LaPresse/PA

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, i risultati ottenuti in termini di sviluppo nel corso del 2017 dovrebbero spingere il team Ferrari a seguire il solco della SF70-H, puntando a sfruttare i margini di sviluppo palesati nella scorsa stagione. Per quanto riguarda la Mercedes invece, le prestazioni non sarebbero allo stesso tempo migliorabili mantenendo il passo extra-lungo del 2017. Per questo motivo, il team di Brackley avrebbe in mente di ridurre l’interasse, modificando sensibilmente una vettura che, in fin dei conti, ha dominato la stagione appena trascorsa.



FotoGallery