Europei Copenaghen, Paltrinieri d’argento: Romanchuk beffa SuperGreg

Gian Mattia D'Alberto /LaPresse

Gregorio Paltrinieri si aggiudica un argento nei 1500 sl, il nuotatore campione mondiale ed olimpico beffato dal russo Romanchuk

Un Gregorio Paltrinieri sottotono, quello apparso in vasca corta agli Europei di nuoto di Copenaghen. ‘Solo’ un argento per il plurimedagliato campione italiano nei 1500 sl, che lascia il suo primato al russo Mykhaylo Romanchuk. Dopo aver conquistato il Mondiale e le Olimpiadi dunque Super Greg si arrende alla forza del russo, con una condizione fisica migliore della sua. Gregorio Paltrinieri commenta la sua disfatta ai microfoni di Rai Sport:

i primi 500 metri sono partito normale. In questo momento è quello che ho. Ho pensato di fare la gara migliore possibile ma dopo 500 metri ero sfinito. In questo momento è il massimo. Ho iniziato il percorso in Australia solo da due mesi, sono convito di quello che sto facendo, non ho rimorsi. Sono convinto che l’esperienza che sto facendo mi arricchisce umanamente e sportivamente. Fa parte del percorso la sconfitta e va bene così. Sono 6 anni che mi alleno a Ostia e ho fatto bene però ad un certo punto bisogna sperimentare il nuovo, per avere stimoli e motivazione. Mi sta piacendo moltissimo l’Australia, per arrivare queste estate ancora più forte. Allenarci insieme (a Romanchuk, ndr) ha fatto bene ad entrambi. Quando due fondisti si allenano insieme è bene per tutte e due. Quest’estate l’ho battuto sempre quindi va bene. Sono ancora più forte e convinto di me stesso, un’esperienza del genere mi deve arricchire ho cambiato tanto e quindi pretendere di fare subito bene è impossibile. Da marzo tornerò in Italia con quello che ho imparato negli anni precedenti e con quello imparato in Australia andrà bene.

 

FotoGallery