Boniek distrugge l’Italia: “ecco il perché del flop Mondiale. La Juventus è scesa sulla terra. E sul Var…”

LaPresse/Spada

Boniek distrugge l’Italia: “ecco il perché del flop Mondiale”. Poi duro attacco al Var. E “la Juventus è scesa sulla terra”

LaPresse/EFE

“In Italia non cambia mai niente, è solo politica. L’esclusione dell’Italia dal Mondiale parte da lontano e alla fine certe gare devono vincerle i giocatori”. Ospite di “Pezzi da 90” su Radio Onda Libera, Zibi’ Boniek dice la sua sul flop della Nazionale di Ventura. “L’Italia ha tantissimi personaggi che possono guidare la Federazione. La verità è che in Italia purtroppo il presidente si mette sulla sedia e non decide perchè deve stare al gioco delle alleanze politiche – il parere dell’attuale numero uno della Federcalcio polacca – Il presidente conta poco, decide poco, dipende da tutti. E’ una figura più debole rispetto ad altre realtà. Quando sono stato eletto presidente, in Polonia, è cambiato tutto: io posso operare e le componenti hanno la possibilita’ di mettermi in discussione se qualcosa non funziona”.

Per quanto riguarda il Var, “in Italia le polemiche ci sono sempre, a prescindere. Non si conosce bene il protocollo del Var e questo crea confusione. Ci si deve ricorrere soltanto in certe situazioni e serve per valutare correttamente certi episodi irregolari in occasione dei gol. Vale la pena aspettare un po’ di tempo in campo per prendere la decisione giusta. Ho visto a Roma i tifosi gioire due volte e a Bergamo un intervento corretto del Var. A ogni episodio in area ci si lamenta, anche per una spinta. Ma nel calcio le spinte ci sono, è un gioco dov’e’ previsto il contatto fisico”. Per quanto riguarda la corsa scudetto, “la Juventus è scesa sulla terra. Negli ultimi anni a Natale gia’ si sapeva chi avrebbe vinto lo scudetto, stavolta è diverso. Napoli, Inter e Roma stanno facendo molto bene. Il Napoli manca di continuità, perde punti quando meno te l’aspetti però è competitivo”. (ITALPRESS)

FotoGallery