Basket – Terminato il mini raduno di Cremona: lo scrimmage alla Vanoli

Nazionale Maschile: chiuso il mini raduno di Cremona. Lo scrimmage va alla Vanoli ma per il CT tante indicazioni

Si è chiuso con uno scrimmage contro la Vanoli il mini raduno di Cremona. 14 giocatori, tre allenamenti e tante indicazioni a disposizione di coach Sacchetti, per due giorni nella doppia veste di CT e capo allenatore in quella che è abitualmente la sua casa in Serie A. Lo scrimmage è andato alla Vanoli, come previsto e prevedibile, ma il risultato è un dato che lo staff tecnico Azzurro non ha preso in considerazione se non per statistica. Quello che importava al CT era il minutaggio e soprattutto la personalità e la voglia di mettersi in mostra di ciascuno dei convocati.

“In questi due giorni abbiamo conosciuto tanti ragazzi – ha detto il CT Sacchetti – e siamo intenzionati a replicare il raduno anche a marzo dopo aver fatto le necessarie verifiche con i calendari. Questi due giorni sono stati importanti anche per i ragazzi, che hanno potuto assaporare il profumo della Nazionale e lavorare con lo staff Azzurro al completo. Io spero che questo possa essere per loro uno stimolo a lavorare ancora di più e ancora meglio per il loro bene e per il bene della Nazionale. Questa sera contro la mia squadra di club è stata difficile. L’emozione di giocare con la scritta Italia sul petto e la difficoltà di fronteggiare una squadra di A1 molto fisica e con 5 americani hanno rappresentato un ostacolo molto duro per i ragazzi. Ho visto comunque il giusto atteggiamento nonostante gli errori e le difficoltà”.

Si chiudono così le attività della Nazionale Maschile nel 2017. Il 2018 si aprirà ufficialmente a febbraio con le due decisive sfide di qualificazione al Mondiale 2019. Il 23 febbraio l’Italia ospiterà i Paesi Bassi mentre il 26 febbraio sarà la volta della trasferta in Romania.

Il tabellino

Vanoli Cremona-Italia 92-59 (31-19, 18-8, 17-15, 26-17)

Cremona: Johnson-Odom 8, Martin 2, Gazzotti 10, Diener T. 2, Ricci 15, Ruzzier 1, Portannese 11, Fontecchio 10, Sims 10, Diener D. 5, Milbourne 18. All: Fioretti

Italia: Baldasso, Bucarelli 1, Candussi 8, Caroti 3, Guariglia, Martini 6, Severini, Timperi 1, Laganà 2, Zugno 2, Udom 5, Bolpin 5, Oxilia 12, Tessitori 14. All: Sacchetti

Arbitri: Begnis, Foti, Martellosio, Barbieri, Radaelli

I convocati

Tommaso Baldasso (1998, 191, P/G, Virtus Roma)
Riccardo Bolpin (1997, 196, P/G, Umana Reyer Venezia)
Lorenzo Bucarelli (1998,196, G, Pasta Cellino Cagliari)
Francesco Candussi (1994, 211, A/C, Dinamica Generale Mantova)
Lorenzo Caroti (1997, 185, P, Metextra Reggio Calabria)
Tommaso Guariglia (1997, 207, C, Moncada Agrigento)
Marco Laganà (1993, 197, P, Benacquista Assicurazioni Latina)
Matteo Martini (1992, 195, G, FCL Contract Legnano)
Tommaso Oxilia (1998, 200, A, Assigeco Piacenza)
Luca Severini (1996, 204, A/C, Novipiù Casale Monferrato)
Amedeo Vittorio Tessitori (1994, 208, C, Eurotrend Biella)
Marco Timperi (1997, 194, G/A, Dinamica Generale Mantova)
Mattia Udom (1993, 200, A, Tezenis Verona)
Ruben Zugno (1996, 186, P, Moncada Agrigento)

Lo staff

Commissario Tecnico: Meo Sacchetti
Assistente: Paolo Conti
Preparatore Fisico: Matteo Panichi
Medico: Sandro Senzameno
Massofisioterapista: Francesco Ciallella
Dirigente Accompagnatore: Roberto Brunamonti
Team Manager: Massimo Valle
Addetto Stampa: Francesco D’Aniello
Addetto ai Materiali: Curzio Garofoli

FIBA World Cup 2019 Qualifiers

Girone D
ITALIA, Paesi Bassi, Croazia, Romania

Prima giornata
Italia – Romania 75-70
Paesi Bassi – Croazia 68-61

Seconda giornata
Croazia – Italia 64-80
Romania – Paesi Bassi 75-68

Classifica
Italia 2/0
Romania 1/1
Paesi Bassi 1/1
Croazia 0/2

Terza giornata – 23 febbraio 2018
Italia – Paesi Passi
Croazia – Romania

Quarta giornata – 26 febbraio 2018
Romania – Italia
Croazia – Paesi Bassi

Quinta giornata – 28 giugno 2018
Paesi Bassi – Romania
Italia – Croazia

Sesta giornata – 1 luglio 2018
Paesi Bassi – Italia
Romania – Croazia

La formula delle qualificazioni
Otto gruppi da quattro squadre con la formula del girone all’italiana. Le migliori tre squadre di ogni gruppo si qualificano alla seconda fase, dove verranno inserite in quattro gironi da sei squadre. Le prime tre qualificate di ogni gruppo staccheranno il pass per il Mondiale 2019. Nella seconda fase non potranno affrontarsi nuovamente le squadre che nella prima fase facevano parte dello stesso girone. Il gruppo degli Azzurri sarà “accoppiato” con il gruppo C (Polonia, Kosovo, Lituania, Ungheria).



FotoGallery