Volley – Ampliata la convenzione tra Fipav e Istituto per il Credito Sportivo

Potenziata la convenzione tra Fipav e Istituto per il Credito Sportivo

La Federazione Italiana Pallavolo e l’Istituto per il Credito Sportivo hanno firmato questa mattina un ampliamento della convenzione finalizzata allo sviluppo e alla ristrutturazione dell’impiantistica sportiva.L’importante accordo è stato siglato presso la sede dell’ICS dal Presidente federale Pietro Bruno Cattaneo e dal Commissario Straordinario Paolo D’Alessio, in rappresentanza della Fipav era presente anche il segretario generale Alberto Rabiti. Rispetto al precedente protocollo, firmato lo scorso 27 giugno, due sono le novità importanti della convenzione. La prima riguarda l’introduzione dell’iniziativa “Top of the sport” che mette a disposizione del Coni, del Comitato Italiano Paralimpico e delle Federazioni Sportive Nazionali un plafond di mutui di 30 milioni di euro, ovvero un importo massimo di 6 milioni di contributi in conto interessi destinati all’abbattimento integrale degli interessi del plafond. I mutui e i contributi sono destinati ad investimenti relativi alla realizzazione, ristrutturazione, ampliamento, messa a norma, abbattimento barriere architettoniche, all’efficientamento energetico di centri federali e centri di Preparazione Olimpica compreso l’acquisto delle aree relative (purché contestuale alla realizzazione) e delle attrezzature sportive. L’importo massimo mutuabile da ciascun soggetto beneficiario dell’iniziativa, sul quale usufruire del totale abbattimento degli interessi, è pari a 3 milioni. La seconda novità, invece, interessa il prodotto “Mutuo Light Sport 2.0” dedicato alle società affiliate alla Fipav e finalizzato per gli interventi di messa a norma, manutenzione, ristrutturazione ed acquisto di attrezzature che consentano l’accesso e l’utilizzo di impianti non agibili a causa di tali problematiche.

Per questo tipo di mutui è stata ulteriormente semplificata e velocizzata la procedura di rilascio, a partire da oggi infatti le società non avranno più bisogno di una fideiussione assicurativa ma, oltre alla garanzia dell’80% rilasciata dal Fondo di Garanzia per l’impiantistica sportiva (ex lege 289/02), sarà sufficiente un’apposita lettera di referenza rilasciata dalla Fipav.  In questo modo si velocizzerà di molto l’iter burocratico, permettendo alle società di avere una via più diretta per poter accedere ai mutui e quindi agevolarle nella realizzazione di impianti funzionali e moderni: strumento fondamentale per la pratica sportiva. La Fipav crede fortemente in questa convenzione, perché rappresenta un ulteriore aiuto concreto verso le migliaia di società, sparse sull’intero territorio nazionale, che lavorano quotidianamente per la crescita della pallavolo.

“Siamo davvero soddisfatti per la firma di questo accordo – le parole del Presidente Pietro Bruno Cattaneo – dopo la firma dello scorso giugno il nuovo protocollo rappresenta un ulteriore passo in avanti per quel che riguarda l’ammodernamento e la ristrutturazione degli impianti sportivi. Sono convinto che molte delle nostre società potranno usufruire dei termini vantaggiosi della convenzione, migliorando le proprie strutture e di conseguenza il livello della propria attività. Con la firma di oggi abbiamo anche semplificato l’iter burocratico per l’accesso ai mutui, cercando di venire sempre più incontro ai nostri affiliati. In questi giorni è molto caldo il tema dei risultati degli sport di squadra e io credo che uno dei punti fondamentali per il rilancio sia quello di garantire delle strutture adeguate, dove si possa praticare la propria disciplina nella migliore maniera. In questo senso voglio ringraziare l’Istituto per il Credito Sportivo e il commissario Paolo D’Alessio per il costante impegno.”

FotoGallery