Sci alpino, si alza il sipario sulla stagione della velocità maschile: tutto pronto per il Men’s Olympic di Lake Louise

LaPresse/Erich Spiess

Non nevica più a Lake Louise e le temperature si sono attestate attorno ai – 10 gradi centigradi. Non dovrebbero esserci quindi problemi per lo svolgimento della gara, che prenderà il via alle 20.15 (ora italiana), con diretta su Rai Sport ed Eurosport.

“Pista molle, con neve riportata, non semplicissima da affrontare”, così aveva commentato Peter Fill al termine della sua prova. La speranza è che, con una notte fredda in più, e l’ulteriore lavoro degli addetti, si possano avere condizioni migliori del tracciato di gara, in questo primo week-end della velocità di Coppa del mondo.

Saranno otto gli azzurri al via: Peter Fill con il numero 3, Dominik Paris con il 9, Christof Innerhofer con il 24, Emanuele Buzzi con il 46, Werner Heel con il 52, Matteo Marsaglia (al rientro dopo 21 mesi di lontananza dalle competizioni) con il 54, Guglielmo Bosca con il 55 ed Alexander Prast con il 64. È rimasto fuori Henri Battilani.

L’unica prova ha mostrato la competitività dello squadrone austriaco, di alcuni canadesi e alcuni francesi. Sempre tra i migliori i duellanti delle ultime due stagioni veloci: il norvegese Kjetil Jansrud e l’azzurro Peter Fill. Stasera i verdetti.

L’Italia vanta complessivamente nove podi nell’appuntamento canadese: Peter Fill si impose in discesa nel 2008, fu secondo nel 2015 e terzo nel 2006, così come fu terzo in supergigante nel 2015. Dominik Paris vinse in discesa nel 2013 e fu terzo in supergigante nel 2014, Werner Heel su secondo in discesa nel 2009, e Patrick Holzer secondo in supergigante nel 1991, mentre Herbert Plank divenne il primo italiano a salire sul gradino più alto del podio in discesa nel 1980.

FotoGallery