Roger Federer dallo psicologo per problemi legati alla rabbia: il clamoroso retroscena

Roger Federer LaPresse/Reuters

Roger Federer ha svelato un clamoroso retroscena legato al suo passato: il campione svizzero ha partecipato a diverse sedute con uno psicologo

Roger Federer è il ritratto dell’eleganza umana e sportiva. Sempre calmo e composto in campo, aggrazziato e coordinato nei movimenti, signorile nei modi di fare e di porsi con avversari, staff e tifosi. Il classico buon esempio da seguire. Eppure c’è stato un tempo in cui Federer era un “bad boy”. Ad inizio carriera Roger era infatti irrequieto e con qualche problema a controllare i suoi scatti di rabbia. Lo stesso Federer alle pagine di “Express.co.uk” ha rivelato di essersi sottoposto ad alcune sedute con uno psicologo in passato:

c’è stato un tempo in cui ero solito lanciare la mia racchetta un sacco di volte e quando avevo 16 anni sono stato espulso da un campo di gioco per questa cosa. A 17, la mia famiglia ha deciso che sarei dovuto andare da uno psicologo, a causa della mia rabbia in campo. Da quel momento in poi, i miei miglioramenti sono stati costanti. Ogni volta che sono sotto pressione penso al duro lavoro che ho fatto per essere qui adesso”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery