Pistorius, la giustizia usa il pugno di ferro: aumentata la pena in appello, la condanna è pesantissima

Scanpix/LaPresse

Aumentata la condanna per Oscar Pistorius: 13 anni e 5 mesi per l’atleta paralimpico

Sono passati quasi cinque anni ormai da quel terribile giorno in cui  Reeva Steenkamp perse la vita, uccisa da Oscar Pistorius. L’atleta paralimpico sudafricano ha più volte affermato di non sapere che si trattasse della sua fidanzata: Pistorius pensava che un ladro si fosse intrufolato in casa sua, ma è stato dichiarato colpevole. L’atleta paralimpico era stato condannato in primo grado a sei anni di carcere, ma oggi la sua pena è stata aumentata per una richiesta dei procuratori all’Alta Corte d’appello, poichè la prima condanna era ritenuta troppo leggera: 13 anni e 5 mesi di reclusione dunque per Pistorius. L’accusa aveva presentato ricorso chiedendo una sentenza più pesante visto che l’omicidio volontario prevede una condanna minima a 15 anni. A decretare l’inasprimento della pena la Corte Suprema di appello di Bloemfontein.

 

 

FotoGallery