Pallavolo femminile, gara palpitante tra Imoco e Busto Arsizio: Conegliano la spunta al tie-break

/

Emozionante rimonta delle farfalle che, sotto di 2-0, mettono il turbo e sfiorano l’impresa. Best scorer Bartsch (23 punti) e Fabris (31 punti), MVP del match

Gara palpitante ieri al Palayamamay tra la formazione di coach Santarelli, temporaneamente senza Samantha Bricio a causa dell’influenza, e la squadra bustocca che ritrova Diouf, dopo l’infortunio all’occhio che l’aveva tenuta fuori dal campo per alcuni turni.

Anche se l’esito della partita è stato favorevole a Conegliano, grande è la soddisfazione che serpeggia nello staff della società biancorossa per una squadra che si sta dimostrando tra le più in forma del campionato, stabilmente attestata ai piani alti della classifica.

Come ha osservato il libero della formazione di casa, Ilaria Spirito, “merita una considerazione positiva il fatto che nei finali di set siamo riuscite a recuperare diversi punti e siamo riuscite ad esprimerci come volevamo. Il rimanere punto a punto per quattro set su cinque ci ha fatto crescere anche dal punto di vista mentale“.

D’altra parte la squadra veneta ha saputo mettere a frutto gli allenamenti sull’attacco di palla alta svolti ultimamente su richiesta di Santarelli; esuberante è stato il rientro di  Fabris (43% su 69 attacchi), i cui sprint in diagonale sono stati decisivi sia nel primo parziale che nel tie-break, mentre Hill  ha saputo alternare palle appoggiate e lungo linea con efficacia. Brillante anche il lavoro delle centrali dell’Imoco, sia a muro che in attacco, con De Kruijf che è riuscita a piazzare ben 17 palloni.

Nel primo set le squadre hanno viaggiato sul filo dell’equilibrio, a suon di botta e risposta in attacco tra  Bartsch e Hill; le pantere sono poi riuscite a chiudere (24-26) grazie ad un ace di Cella e ad una schiacciata imprendibile della stessa Hill.

Nel secondo set De Kruijf e compagne hanno scavato un solco tra loro e le avversarie (10-16); inutile è stato il tentativo di Mencarelli di uscire dal pantano sostituendo Diouf con Piani e Berti con Botezat, perché il vantaggio delle ospiti ha continuato a mantenersi netto fino al 17-25.

Nel terzo set è tornato l’equilibrio tra le due compagini, trascinate rispettivamente da Bartsch e da Fabris: nell’incandescente finale sono stati però i muri di Diouf e gli attacchi di  Gennari ad assegnare il parziale alle padrone di case, facendole rientrare in partita.

Quarto set ad alta tensione con le gialloblu’ che hanno allungato il risultato fino a +8 (1-9) e le lombarde che non hanno mai mollato il colpo, hanno continuato con pazienza a ricostruire il gioco e sono riuscite ad aggiudicarsi  la quarta frazione (26-24) grazie alle fast di Stufi e ai muri di Bartsch e Gennari.

Ancora tanto equilibrio nel tie break, durante il quale è proseguita la battaglia sottorete fino alla svolta, impressa, sul punteggio di 11-11, da Hill, Fabris e dal muro finale di Cella.

IL TABELLINO:

Unet E-Work Busto Arsizio – Imoco Volley Conegliano 2-3 (24-26, 17-25, 25-23, 26-24, 11-15)
Unet E-Work Busto Arsizio: Piani, Stufi 11, Spirito (L), Gennari 13, Dall’Igna ne, Orro 2, Diouf 19, Bartsch 23, Berti 7, Negretti, Chausheva, Botezat 2. All. Mencarelli, 2° Musso. Battute errate: 7. Battute vincenti: 1. Muri: 16.
Imoco Conegliano: Fiori, De Kruijf 17, Cella 4, Melandri ne, De Gennaro (L), Danesi 9, Papafotiou, Fabris 31, Wolosz 3, Hill 23, Nicoletti 1. All. Santarelli, 2° Simone. Battute errate: 14. Battute vincenti: 3. Muri: 13.
Arbitri: Goitre – Venturi.
Spettatori: 3041

 

FotoGallery