Nick Carter accusato di violenza sessuale, Melissa Schuman descrive il raccapricciante stupro nei particolari

Nick Carter ha violentato Melissa Schuman? La denuncia dell’ex cantante del gruppo ‘Dream’ nei confronti del famoso membro dei Backstreet Boys

Melissa Schuman, frontwoman della band americana ‘Dream’, denuncia quanto accadutole quando aveva 18 anni con l’allora membro dei Backstreet Boys, Nick Carter che di anni all’epoca dei fatti ne aveva 22. Sull’onda dell’ormai scoperchiato vaso di Pandora da cui gli orrori pare non debbano più arrestarsi dopo il caso Weinstein, la bionda cantate parla su un blog di ciò che le accadde una sera quando insieme ad un’amica si recò presso l’appartamento del giovane membro della boyband. Tutto iniziò quando i due si conobbero in quanto le rispettive etichette discografiche avrebbero voluto combinare un fidanzamento tra i due, che però mai avvenne. Il set di un film però nel 2002 fece da sfondo alla violenza sessuale che la Schuman ripercorre a distanza di 15 anni. Mentre erano alle prese con le scene della pellicola infatti Melissa e Nick si sarebbero incontrati fuori dal lavoro un giorno a casa del cantante dei Backstreet Boys, dove una volta rimasta sola con lui  l’avrebbe costretta prima a subire un rapporto orale, poi a praticarlo ed infine ad una vera e propria violenza sessuale. La cantante era allora vergine per una personale scelta religiosa. Parlò della violenza subita solo con il suo manager che però le sconsigliò di rendere pubblica la testimonianza. “E questo alla fine ti danneggerebbe professionalmente e come personaggio pubblico”, le avrebbe riferito chi la seguiva nella sua carriera. Melissa Schuman a tanti anni dall’episodio, che se si rivelasse vero ha potuto avere ripercussioni sulla sua vita, racconta tutto spinta da un’altra denuncia che riguarda Nick Carter. Una fan del cantante infatti su RadarOnline aveva raccontato della violenza che lei aveva subito dalla star americana molto amata negli anni 90.

FotoGallery