MotoGp – Suppo tra sorrisi e malinconia: “non pensavo che avrei mollato prima di Valentino. Hayden? Ecco come ho reagito”

LaPresse/Federico Bernini

Livio Suppo e l’addio al paddock tra battute e un pizzico di tristezza: l’ex team principal della Honda dedica un pensiero a Nicky Hayden

La stagione 2017 di MotoGp ha regalato emozioni uniche e forti. Marc Marquez ha conquistato ormai quasi due settimane fa il suo sesto titolo Mondiale, il quarto nella categoria regina, regalando una grande gioia alla Honda, che però ha anche dovuto dire addio al suo team principal, Livio Suppo, che solo due giorni dopo la fine della stagione di MotoGp ha annunciato il suo ‘ritiro’. Il manager italiano ha deciso di allontanarsi dal mondo delle gare, dedicarsi alla famiglia e intraprendere una nuova avventura non ancora svelata. Una scelta difficile, che ormai balenava nella sua mente da un po’, come lui stesso ha spiegato a RedBull.com:

“Non c’è stato un momento ben preciso. Questa è stata una decisione molto difficile, che ho maturato negli anni. Da un po’ di tempo mi dicevo che non volevo invecchiare nel paddock. A tutti è sembrato improvviso, ma io dentro di me mi ero già detto che avrei smesso in caso di titolo. Ho avvisato prima di tutti i miei capi, prima ancora che la mia famiglia. A Marquez l’ho detto solo lunedì, non volevo distrarlo, lui è stato sorpreso. Sia lui che Dani mi hanno regalato un casco con delle belle parole sopra”.

L’ormai ex team principal Honda si è poi focalizzato sulla figura di Valentino Rossi, col quale non ha mai lavorato, ammettendo di ammirarlo nonostante si sia sempre ritrovato a lavorare con piloti suoi diretti avversari:

“non abbiamo mai lavorato insieme, anche se abbiamo cominciato lo stesso anno. Piuttosto dal 2006 ho sempre lavorato con piloti suoi avversari. Non ho mai avuto un vero rapporto con lui, ma una profonda ammirazione verso Vale, è un esempio per i giovani. La cosa buffa è che qualche anno fa non mi sarei mai aspettato di mollare prima di lui”.

Infine non poteva mancare una parentesi malinconica, triste: Suppo ha infatti dedicato un pensiero ai piloti che sono volati in cielo e al vuoto che hanno lasciato:

“ci sono stati dei momenti belli, ma anche difficili. Soprattutto quando sono scomparsi Marco e Nicky. A Nicky ero molto affezionato. Mi hanno avvisato del suo incidente mentre prendevo l’aereo per Le Mans. Il lunedì sono andato subito lì e ho passato 4 giorni con la sua famiglia. Quei giorni mi hanno molto segnato e vorrei dedicare l’ultimo pensiero a lui”.

FotoGallery