MotoGp – Lorenzo disposto a tutto domani in gara a Valencia? “Dobbiamo giocare pulito, ma…”

LaPresse/Alessandro La Rocca

Jorge Lorenzo, la caduta in qualifica e l’aiutino a Dovizioso nella gara di domani a Valencia

LaPresse/Alessandro La Rocca

Giornata complicata per la Ducati a Valencia. Le qualifiche del Gp di Valencia non si sono concluse con un risultato positivo per Andrea Dovizioso, che ha chiuso al nono posto ed è quindi costretto a partire dalla terza fila domani e disputare quindi una gara tutta in salita. Meglio del forlivese i suoi compagni di squadra, Jorge Lorenzo e Michele Pirro, che partiranno rispettivamente dalla quarta e sesta posizione in griglia di partenza. Il maiorchino ha dovuto fare i conti con una caduta che ha poi spiegato alla stampa, come riportato da Motorsport.com:

“Solitamente non cado, ma quando accade sono dei botti violenti. Purtroppo questo è uno dei circuiti peggiori dove cadere, un po’ come in Australia. Volevo preservare la gomma soft per il secondo run ed ho scelto la media. Sono stato troppo duro in fase di frenata, l’anteriore non ha retto e sono caduto”.

Tutti però sono concentrati sulla sfida tra Dovizioso e Marquez, quindi è stato impossibile non parlare della gara di domani e dell’aiuto al suo compagno di squadra, mettendo magari in difficoltà il connazionale della Honda Lorenzo non ha intenzione di commettere alcun tipo di gesto scorretto, anzi si è mostrato anche un po’ preoccupato di ciò che potrebbero fare Zarco e Iannone in prima fila:

“Non fa parte della mia mentalità cercare di ostacolare gli avversari. Dobbiamo giocare pulito. Andrea dovrà cercare di stare col gruppo dei primi. Se sarà con loro avrà la possibilità di vincere, mentre Marc potrebbe commettere qualche errore o avere qualche problema. Di sicuro Dovizioso deve vincere mentre Marquez non deve fare meglio del dodicesimo posto. E’ una situazione difficile, le possibilità di Andrea sono minime, ma non sai mai quello che può accadere. Non cercherò di rallentare Marc o andare piano. Se lui dovesse essere fuori e Andrea dietro di me, in quel caso guarderò la tabella esposta dai box e cercherò di aiutarlo. Non posso fare nulla per influenzare la gara di Zarco e Iannone. Spero che corrano in modo intelligente e siano consapevoli di quello che faranno e dei rischi che potrebbero correre in fase di sorpasso. Spero che domani non accada nulla e si possa avere una buona gara”.

FotoGallery