MotoGp – Nuova carena Yamaha, Vinales risponde a Dovizioso: “una decisione dipesa dalla Dorna, io sono d’accordo”

LaPresse/Alessandro La Rocca

Maverick Vinales risponde alle affermazioni di Andrea Dovizioso sulla nuova carena Yamaha

La stagione 2017 di MotoGp è terminata ormai da più di una settimana. Marc Marquez ha potuto festeggiare a Valencia, davanti al suo pubblico, la conquista del suo sesto titolo Mondiale in carriera, il quarto nella categoria regina. I piloti hanno effettuato due giorni di test, sul circuito di Ricardo Tormo, a seguito dell’ultima gara della stagione, per iniziare a lavorare in ottica 2018. La Yamaha ha portato a Valencia una nuova carena alata che ha fatto discutere soprattutto i ducatisti. A partire dal 2017 infatti, il nuovo regolamento vieta l’uso delle alette, che tanto avvantaggiavano il team di Borgo Panigale. In casa Ducati il pensiero è uno solo: la decisione è stata presa esclusivamente per favorire le case giapponesi, indietro rispetto alla squadra italiana per quanto riguarda lo sviluppo di questa componente aerodinamica. Andrea Dovizioso, al termine dei test di Valencia, non ha esitato a mostrare tutta la sua perplessità sulla nuova carenatura Yamaha (clicca qui per le parole del Ducatista). Maverick Vinales, in attesa di scendere nuovamente in pista, a Sepang, per due giorni di test privati, ha risposto alle affermazioni del ducatista, come riportato da Motorsport.com:

“Non credo che sia illegale. L’Aprilia ne ha una simile e anche la Ducati, quindi dovrebbe essere nell’ambito delle regole. Assomiglia un po’ alle vecchie ali, ma è parte della carena, anche se può ricordarle. Onestamente è una decisione che è dipesa dalla Dorna e io sono d’accordo con quello è stato scelto”.

FotoGallery