Tris Juventus, il Crotone dure un tempo: la vera sorpresa è De Sciglio, 3-0 allo Stadium

De Sciglio LaPresse/Fabio Ferrari

Il Crotone resiste solo un tempo, poi la Juventus dilaga: prima Mandzukic, poi De Sciglio e Benatia stendono i calabresi. 3-0 allo Stadium

Benatia

LaPresse/Marco Alpozzi

La Juventus sbriga senza particolari difficoltà la pratica Crotone e si presenta al San Paolo venerdi’ con 4 punti di distacco dalla capolista Napoli: dopo un primo tempo a reti inviolate, nella ripresa i campioni d’Italia sfondano per tre volte con Mandzukic, De Sciglio e Benatia. Il Crotone si è difeso per come ha potuto, ma alla lunga ha ceduto al predominio bianconero. Subito molto aggressiva la Juventus, con la conferma di Allegri del 3-4-3: debutta Howedes tra Barzagli e Benatia, riposa Higuain, Douglas Costa e Dybala con Mandzukic in avanti. Marchisio e Douglas Costa impegna Cordaz, Matuidi spreca la buona iniziativa del brasiliano. Per il Crotone, schierato da Nicola con il consueto 4-4-2, è difficile tener palla e quindi ci si affida spesso ai lanci lunghi per Budimir, affiancato in attacco da Tonev (fuori Trotta e anche Stoian, al suo posto gioca Rohden). I calabresi reggono anche al doppio assalto al 33′ dello scatenato Douglas Costa: prima l’ex Bayern taglia il campo trovando sul suo diagonale Sampirisi; poi pesca alla perfezione Matuidi che di testa sfiora il palo.

De Sciglio

LaPresse/Marco Alpozzi

Cordaz disinnesca il mancino di Alex Sandro, poi il Crotone si fa vedere dalle parti di Buffon, anche se la conclusione di Tonev lascia parecchio a desiderare. Prima dell’intervallo, Mandzukic si avventa sul cross di Barzagli ma Cordaz se la cava ancora. Il muro del Crotone crolla al 52′: altro cross di Barzagli, Mandzukic ‘perso’ da Ajeti e Ceccherini di testa porta in vantaggio la Juventus, a segno in casa per la 43^ volta consecutiva (record eguagliato). Il raddoppio arriva poco dopo: dagli sviluppi di un corner De Sciglio, da pochissimo in campo per Lichtsteiner, indovina il destro che di fatto chiude i giochi. Arriva anche il tris al 71′: Pjanic dentro, Cordaz devia sui piedi di Benatia che non può sbagliare a porta sguarnita. Buffon respinge l’assalto di Budimir, poi è pura accademia: finisce 3-0, la Juve si rilancia a caccia di Napoli e Inter, prossime avversarie in campionato. (ITALPRESS). fsc/red



FotoGallery