Giro d’Italia 2018 con Froome, ecco il primo commento dei big dopo la presentazione delle tappe: Nibali glissa, Aru entusiasta, Dumoulin prende tempo

Tom Dumoulin LaPresse/ Massimo Paolone

Al Giro d’Italia 2018 ci sarà anche Chris Froome. Ecco le reazioni di Nibali, Aru e Dumoulin sulla presenza del corridore del Team Sky

Il percorso del Giro d’Italia 2018 è stato svelato. Le 21 tappe della corsa in rosa giunta alla 101ª edizione sarà molto difficile a causa di 7 arrivi in salita e soprattutto i pochi chilometri a cronometro. Tra le tappe, quella più difficile sarà lo Zoncolan con tante inside lungo tutto il percorso. Un Giro d’Italia 2018 quindi non alla portata di Tom Dumoulin, vincitore della maglia rosa ma per i grandi scalatori come Mikel Landa, Alejandro Valverde, Fabio Aru, Vincenzo Nibali e Chris Froome. Questa edizione del Giro d’Italia sarà quindi molto complicata per corridori abili nelle cronometro (i chilometri sono 45 circa) e ci saranno molte tappe di media montagna (soprattutto quelle appennine).

Durante la presentazione del Giro d’Italia, Tom Dumoulin ha dichiarato: “non posso dirlo ora se sarò al Giro. Ho appena visto il percorso e devo calcolare un po’ di cose, però mi piace. Sarà molto difficile. La presenza di Froome sarà molto importante”. 

Alla presentazione del Giro d’Italia 2018 c’erano anche Fabio Aru e Vincenzo Nibali. I due corridori hanno visionato attentamente il percorso e analizzato nel dettaglio le tappe in salita. Il neo corridore della UAE Team Emirates ha il compito di vincere la corsa italiana e di dare la prima grande vittoria alla squadra diretta dalla famiglia Saronni. Fabio Aru ha commentato la presenza di Froome al Giro d’Italia: “Chris sarà un forte avversario e renderà la corsa più speciale. Ma non sarà l’unico avversario in gara”.

Anche Vincenzo Nibali ha analizzato la presenza del corridore del Team Sky: “è uno dei più grandi e la sua presenza farà bene. Sarà l’avversario più difficile e avrà la competenza della squadra”.



FotoGallery