Fognini senza peli sulla lingua: “critiche? Ecco cosa fanno gli italiani! Per il 2018 faccio una promessa…”

Fabio Fognini LaPresse/Alfredo Falcone

Fabio Fognini tira le somme di un buon 2017 fra vittorie, critiche e promesse per il futuro: il tennista ligure non le manda a dire

Conclusa la stagione di tennis, per Fabio Fognini è arrivato il momento del meritato riposo. Nel corso dell’off-season il tennista ligure potrà tirare le somme di quella che è stata, tra pro e contro, una buona stagione. Fognini è risalito in classifica fino al 27° posto ed è riuscito a conquistare il suo 5° titolo ATP a Gstaad. Nonostante tutto però, qualche sconfitta inaspettata di troppo e l’episodio degli insulti alla giudice di linea hanno macchiato il buon 2017 di Fabio. Ma lo stesso Fognini cosa ne pensa della sua stagione? Tra critiche e soddisfazioni, Fognini ha spiegato a ‘La Gazzetta dello Sport:

“la stagione è stata sicuramente positiva, ho vinto un torneo e ho giocato bene anche sulle superfici veloci, soprattutto all’inizio dell’anno. Mi spiace solo per come è finita, l’infortunio è arrivato quando stavo crescendo, mi sarei tolto qualche soddisfazione anche indoor, ne sono sicuro. Critiche? Ormai ci sono abituato, superano sempre di gran lunga i complimenti. Il problema è che in Italia si è tifosi, pro o contro, e non appassionati di sport. Se un giorno dovessi arrivare al numero uno del mondo, gli italiani non sarebbero comunque contenti e mi chiederebbero di essere il numero zero. Una promessa per la prossima stagione? Voglio entrare nei primi 20 e rimanerci”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery