Ferrari: pronta una emissione obbligazionaria per ripianare i debiti del Gruppo FCA

LaPresse/Piero Cruciatti

Forte dell’ottimo andamento del titolo Ferrari in Borsa, Marchionne ritorna a chiedere soldi al mercato per rimpinguare le casse del Gruppo FCA (Fiat-Chrysler)

Ferrari è pronta a tornare a chiedere soldi al mercato con un emissione obbligazionaria: il ricavato di questa operazione verrà utilizzato per le esigenze economiche della Casa di Maranello, compresi il rimborso di finanziamenti nell’ambito della sua linea di credito.

In poche parole, il Presidente di Ferrari e amministratore delegato di FCA, Sergio Marchionne, ha deciso di sfruttare l’ottimo andamento delle azioni della Casa del Cavallino Rampante in Borsa per ripianare i debiti della controllante FCA.

Nell’ambito dello scorporo dal Gruppo Fiat –Chrysler, Ferrari è stata caricata di debiti fino a quota 1,8 miliardi di euro con lo scopo di alleggerire il peso di FCA e con questa operazione il manager italo-canadese ha intenzione di ripagarne una parte.

FotoGallery