“Facciamo sempre gli stessi errori”, Carmelo Anthony già stufo di OKC? Anche lui però è parte del vero problema dei Thunder

LaPresse/REUTERS

Carmelo Anthony sbotta dopo la sconfitta contro i Pelicans ma il vero problema dei Thunder e legato alla fase offensiva, di cui lu fa parte

Inizio di stagione complicato per i Thunder che dopo 16 partite si ritrovano con un record negativo di 7 vittorie e 9 sconfitte. Nonostante i nuovi acquisti Carmelo Athony e Paul George, OKC fatica ad ingranare, o meglio a gestire gli incontri. Infatti Oklahoma si trova spesso in vantaggio ma nel secondo tempo subisce clamorose rimonte come accaduto contro gli Spurs e, ieri notte, contro i Pelicans (avanti 25-6 ad inizio partita e poi sconfitti 114-107). Dopo la sconfitta contro Davis e compagni, Carmelo Anthony ha sbottato:

    “E’ frustrante, dico le stesse cose dopo ogni partita, ma poi il copione di quelle successive rimane sempre lo stesso”

Il problema dei Thunder non è però difensivo: OKC è la quarta migliore difesa con 98 punti subiti a partita, ed è la prima nella lega per palle rubate e palle perse forzate. Il problema piuttosto è da ricercarsi nell’attacco del quale lo stesso Carmelo Anthony fa parte. Melo, George e Westbrook sono tre talenti abituati a giocare con la palla in mano e costringono spesso la squadra ad andare fuori ritmo, ritardando il gioco con i loro isolamenti. Il supporting cast non ne giova e se ci aggiungiamo i normali errori in fase di finalizzazione delle 3 stelle e una panchina quasi completamente nulla, allora Oklahoma rischia di bruciare una stagione partita con grandissimo hype.

FotoGallery