Ciclismo shock, l’ex corridore Fabio Taborre arrestato con una grave accusa

refurtiva Fabio Taborre

L’ex ciclista italiano Fabio Taborre è stato arrestato. Ecco cosa è successo all’ex corridore professionista

Continuano i guai per l’ex corridore Fabio Taborre. L’ex ciclista, allontanato e licenziato dall’Androni Sidermec per aver utilizzato degli ormoni per la crescita, è stato arrestato. L’accusa per l’ex corridore e per il suo presunto complice è di furto aggravato. Gli inquirenti hanno rinvenuto una centralina di marca Bosch per vetture del brand Kia, delle chiavi di accensione di marca BMW, 4 pneumatici con cerchi in lega per autovetture Hyundai e vari attrezzi per scassinare le auto, in possesso dei due uomini. Inoltre gli inquirenti hanno ritrovato due carte Postamat ed un attrezzo in acciaio utilizzabile per forzare casseforti a muro. Ad annunciare la notizia è stato il giornale “Il Pescara”. Per Fabio Taborre continua il periodo negativo: dopo l’esclusione dall’Androni Sidermec per positività, adesso per l’ex corridore si prospetta l’accusa di furto. Una parabola discendente senza precedenti per un ex ciclista professionista.



FotoGallery