F1, Daniel Ricciardo spiazza tutti: “la Ferrari non è un ‘sogno’. Vettel? Forse non mi vuole…”

LaPresse/Photo4

Daniel Ricciardo ha spiegato come l’approdo in Ferrari non sia un sogno, considerando questa parola abbastanza pesante per il tipo di discorso

LaPresse/Photo4

Il futuro di Daniel Ricciardo continua a rimanere avvolto nel mistero, nonostante la Red Bull gli abbia già proposto il rinnovo del suo contratto. Il pilota australiano, però, fiutando la volontà del team di puntare tutto su Verstappen negli anni a venire, ha deciso di guardarsi intorno, lasciandosi aperta qualsiasi porta per il dopo 2018. Intervistato dalla tv brasiliana ‘O Globo’, Ricciardo ha parlato anche dell’opzione Ferrari, facendo però una precisazione:

“E’ molto carino da parte della Red Bull offrirmi un nuovo contratto dopo il 2018, vogliono tenere sia me che Max in squadra ma io non ho fretta. Ho tanto rispetto per il team, ma ho ancora tempo per analizzare tutto. Un sogno guidare la Ferrari? Se dico di no sembra che non mi interessi, ma la parola ‘sogno’ è un po’ pesante. Il mio sogno è quello di vincere il titolo mondiale con la macchina migliore, tutto qui. Vettel non so se mi voglia a Maranello, come non so se abbia il potere di dire alla squadra quale pilota prendere. Tuttavia, non è una cosa che mi riguarda, tutto quello che devo fare è continuare a mantenere il livello di guida mostrato nelle ultime stagioni. Lo sviluppo che la macchina ha avuto quest’anno è stato incredibile, se riusciremo a seguire questa strada anche nel 2018 potremo competere con Mercedes e Ferrari. 

FotoGallery