F1, Massa a cuore aperto: “dico grazie ad Alonso. Il Gp del Brasile? Ecco cosa serve per salvarlo”

LaPresse/Photo4

Nella sua consueta colonna scritta per Motorsport.com, Felipe Massa ha raccontato le emozioni provate nel corso dell’ultimo Gp del Brasile

LaPresse/Photo4

Manca ormai solo un Gran Premio tra Felipe Massa e il definitivo addio alla Formula 1, la gara di Abu Dhabi sarà l’ultima passerella per il pilota brasiliano, pronto a salutare tutto ciò che per anni ha caratterizzato il suo mondo. Lo scorso week-end è stato davvero particolare per il driver di San Paolo che, nella consueta colonna su Motorsport.com, ha espresso le sue emozioni:

“Non potevo chiedere di più al mio ultimo Gran Premio del Brasile. Emotivamente è stato un weekend intenso, ho vissuto molte emozioni positive ed anche sul fronte sportivo credo di aver contribuito a raccogliere il massimo risultato possibile, sia per me che per la squadra. E’ stato un momento molto bello, che mi ha permesso di poter salutare il pubblico di San Paolo, tantissimi appassionati che nell’arco di molti anni non mi hanno mai fatto mancare il loro sostegno. Ho cercato di gestire al meglio la mia corsa, ma nelle tornate conclusive i miei pneumatici posteriori si sono un po’ surriscaldati, ed ho visto la sagoma della McLaren diventare sempre più grande negli specchietti. Sapevo che anche una piccola sbavatura sarebbe stata fatale, così mi sono concentrato cercando di non commettere errori, ed alla fine è andata bene. Appena transitati sotto la bandiera a scacchi Fernando mi ha affiancato e mi ha salutato: è stato un gesto che mi ha fatto molto piacere. Ora mi aspetta il weekend di Abu Dhabi, e devo dire che il mio obiettivo è quello di godermi il mio ultimo fine settimana da pilota di Formula 1.  Prima di congedarmi ci tengo a spendere un ultimo pensiero sul weekend di San Paolo. Ci sono stati dei problemi di sicurezza, come sappiamo, ma spero che tutto possa essere risolto in vista delle prossime edizioni, perché credo che la presenza della Formula 1 a San Paolo sia una bene per tutta la città. Non ho mai conosciuto un pilota che mi abbia detto ‘non voglio andare in Brasile’, e spero davvero che la situazione possa migliorare al fine di garantire uno svolgimento tranquillo di un weekend sportivamente sempre bellissimo. Credo, purtroppo, che ci sarà anche un altro problema da risolvere per il nostro Gran Premio: la mancanza di un pilota brasiliano in Formula 1. Mi auguro davvero che possa essere un’assenza più breve possibile, ma non sarà semplice ritrovare una scuola piloti come quella a cui abbiamo avuto negli ultimi quarant’anni. “Obrigado a todos!”.

FotoGallery